Polonia, arrestato un dipendente Huawei per spionaggio

In Polonia un dipendente della Huawei è stato arrestato con l’accusa di spionaggio. Insieme a lui è finito in carcere un cittadino polacco.

VARSAVIA (POLONIA) – A distanza di qualche settimana dal fermo della direttrice finanziaria, nuovo arresto in casa Huawei. In Polonia un dipendente dell’azienda è stato fermato con l’accusa di spionaggio. Insieme a lui è finito in carcere anche un cittadino polacco impiegato della compagnia di telecomunicazioni Orange Polanska. Il blitz degli inquirenti è avvenuto nella giornata di martedì 8 gennaio 2019 ma la notizia è stata resa pubblica solo dopo la convalida del fermo.

I due resteranno in carcere per i prossimi tre mesi in attesa del processo. Rischiano dieci anni di carcere. Le autorità locali proseguono le indagini, con le perquisizioni nelle rispettive sedi delle aziende per cercare di sequestrare documenti utili al caso.

Huawei
Huawei (fonte foto https://twitter.com/davidcasalini)

Polonia, arrestato dipendente Huawei. Preoccupazione in Cina

La notizia dell’arresto del dipendente non è stato presa molto bene dalla Cina con il ministro degli Esteri che si è detto “molto preoccupato“. Dall’azienda non c’è stato nessun commento ufficiale, confermando di essere stata informata della vicenda e che è al lavoro per prendere tutte le informazioni sul caso. La vicenda viene seguita con molta attenzione anche dai diversi Paesi del mondo. Nelle scorse settimane Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda hanno deciso di escludere Huawei dalle reti 5G sempre per il rischio di spionaggio dal governo di Pechino.

Proprio queste perplessità hanno aumentato la tensione tra Stati Uniti e Cina. La situazione continua ad essere sempre più tesa con l’azienda che ha respinto queste accuse. Ma l’arresto avvenuto in Polonia aumenta i dubbi da parte di diversi leader mondiali che sono pronti a escludere dalla nuova rete 5G Huawei per non rischiare di essere spiati dal governo cinese. Nelle prossime settimane ci potrebbero essere importanti novità.

fonte foto copertina https://twitter.com/davidcasalini

ultimo aggiornamento: 11-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X