Fukushima, assoluzione per ex dirigenti Tepco accusati di negligenza

Disastro di Fukushima, assolti tre ex dirigenti della Tepco

La corte di Tokyo ha assolti tre ex dirigenti dell’impianto di Fukushima. Erano accusati di negligenza nelle misure di sicurezza.

TOKYO – Tre ex dirigenti dell’impianto nucleare di Fukushima sono stati assolti dalla Corte distrettuale di Tokyo.

Tepco a processo

Il presidente 79enne Tsunehisa Katsumata e i due vicepresidenti Ichiro Takekuro, 73 anni, e Sakae Muto, 69 anni, gestori per la Tokyo Electric Power (Tepco), erano sotto processo per l’accusa di negligenza per non avere adottato misure adeguate per prevenire il disastro nucleare avvenuto l’11marzo 2011 nel nordest del Giappone in seguito alla scossa di magnitudo 9 e al successivo tsunami.
I tre massimi dirigenti della Temco erano accusati della morte di 44 persone, inclusi diversi pazienti costretti ad evacuare da un ospedale locale, e delle ferite riportate da altre 13 persone durante l’esplosione di idrogeno alla centrale nucleare di Fukushima Daichi.

Difesa e assoluzione

Il presidente Katsumata e i due vicepresidenti avevano affermato in loro difesa che non potevano essere in grado di anticipare la gravità dello tsunami che ha provocato l’allagamento delle turbine, causando il meltdown dei reattori. Poche ore fa la decisione a Tokyo che chiude la vicenda processuale relativa al disastro di Fukushima.

https://www.youtube.com/watch?v=jFv5yY7pMgQ

Fukushima, otto anni dopo

Il disastro di Fukushima è stato l’incidente nucleare più significativo dal disastro di Černobyl’ del 26 aprile 1986 e il secondo disastro a cui è stata assegnata la classificazione INES di livello 7. Dalla zona sono state evacuate quasi duecentomila persone.
È in corso un intenso programma di bonifica di Fukushima per decontaminare le aree colpite e dismettere l’impianto, che secondo la stima della gestione dell’impianto impiegherà circa 30 o 40 anni.
Appena pochi giorni fa, il ministro dell’Ambiente nipponico, ha annunciato il rilascio nell’Oceano di acqua radioattiva, aggiungendo che si tratta dell’unica soluzione possibile.

ultimo aggiornamento: 19-09-2019

X