Divorzio da record per il sultano di Dubai. L’uomo dovrà pagare 635 milioni di euro alla moglie.

DUBAI (EMIRATI ARABI UNITI) – Divorzio da record per il sultano di Dubai. Come riferito dall’Ansa, il miliardario dovrà pagare 635 milioni di euro all’ormai ex moglie, la sorella del re di Giordania. La decisione è stata presa da un giudice di Londra che ha quantificato in 550 milioni di sterline la cifra che dovrà versare alla compagna anche per il mantenimento dei figli avuti da lei.

Una cifra sicuramente mai raggiunta in vicende simili. Ora resta da capire se il sultano deciderà di ricorrere oppure accettare questa sentenza da record.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il divorzio tra il sultano di Dubai e la moglie

Come riportato dall’Ansa, il divorzio tra i due non è avvenuto sicuramente in modo pacifico. La donna, infatti, ha lasciato gli Emirati Arabi Uniti ammettendo di essere terrorizzata dal marito. Il sultano, inoltre, è stato denunciato a Londra, dove l’ex moglie vive dal 2019 in una villa blindata, per aver tenuto la figlia maggiore prigioniera a Dubai.

Una vicenda che a questo punto potrebbe essersi conclusa con la sentenza da record da parte del tribunale di Londra, ma non è da escludere un ricorso per avere uno sconto del sultano.

Dubai
Dubai

Il precedente

Non è la prima volta che un giudice inglese decide per una sentenza simile. Il precedente risale al 2016 quando un oligarca russo fu costretto a pagare all’ex consorte circa 450 milioni di sterline. Una cifra superata da questa sentenza e vedremo se il record durerà oppure sarà superato in futuro.

Sicuramente la notizia ha fatto il giro del mondo e nelle prossime settimane non sono escluse delle novità soprattutto in caso di un ricorso da parte del sultano per avere almeno uno sconto sulla cifra decisa dai giudici di Londra.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 21-12-2021


Stadio Milan e Inter, scelto il progetto: sarà ‘la Cattedrale’ di Populous

Bonus tv, le ultime novità