Dl fisco, intesa sul carcere per i grandi evasori. Ira Confindustria

Dl fisco, accordo sul carcere ai grandi evasori. Confindustria: “Criminalizzazione”

Dl Fisco, la maggioranza trova l’accordo per il carcere ai grandi evasori. Confindustria: “un approccio iper repressivo, che moltiplica le sanzioni “.

Dl Fisco, la maggioranza di governo trova l’accordo sul carcere ai grandi evasori. La svolta arriva con due emendamenti che sono stati depositati per la votazione della Commissione finanze alla Camera. Il cambiamento alla normativa ha però scatenato la reazione polemica degli industriali che parlano di criminalizzazione.

Dl fisco, c’è l’accordo al governo sul carcere per i grandi evasori. Ma gli emendamenti agitano gli industriali

Con gli emendamenti in questione si riduce l’aumento delle pene per i comportamenti non fraudolenti, come la dichiarazione infedele e l’omessa dichiarazione, e si rivedono la disciplina della confisca per sproporzione, prevista per i reati più gravi, e la responsabilità amministrativa delle imprese.

Camera dei deputati
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati

Ira di Confindustria: “È un approccio iper repressivo, che moltiplica le sanzioni”

I dettagli, soprattutto quelli critici, arrivano da un comunicato di Confindustria che ha voluto evidenziare – non senza preoccupazione – i risvolti negativi dei due provvedimenti proposti dal governo.

“L’emendamento che riscrive l’art.39 del Dl fiscale depositato ieri sera dal Governo, se da un lato affronta alcune delle criticità che avevamo evidenziato in audizione, dall’altro vanifica questi miglioramenti, estendendo ulteriormente l’ambito applicativo del decreto 231 ai reati tributari […]. È un approccio iper repressivo, che moltiplica le sanzioni sulle stesse fattispecie. La confisca allargata resta comunque un’anomalia, perché estende misure eccezionali pensate per la criminalità mafiosa a reati di natura completamente diversa […]. I correttivi apportati vengono completamente annullati dall’intervento in tema di responsabilità 231″.

ultimo aggiornamento: 02-12-2019

X