Donadoni furioso dopo il pari con l’Inter: “Ci sentiamo derubati”

Il tecnico bolognese ha analizzato così la sfida del Dall’Ara nel post partita di ieri.

chiudi

Caricamento Player...

Altra gara ben oltre la sufficienza per il Bologna di Donadoni contro una big ieri sera al Dall’Ara. Anche stavolta, però, come contro il Napoli, la vittoria è sfuggita negli ultimi minuti per via di un penalty assegnato a favore dell’Inter. Un episodio che ha mandato ieri sera su tutte le furie il tecnico felsineo. Queste le sue parole, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Dare un rigore così mi sembra ingiusto. Non esistono rigori per sfortuna: all’inizio dell’azione Mbaye viene sbilanciato, poi cade, la palla stava andando da un’altra parte. Se per chi giudica in tv è chiaro mi fa piacere: mi auguro che se queste circostanze dovessero capitare anche a noi la Juve, la Roma, il Milan, il Napoli o le altre grandi squadre, si mantenga lo stesso metro di giudizio“.

Donadoni attacca: “Siamo stati superiori!

L’ex stella del Milan non è riuscito a digerire in alcun modo il pari ottenuto dall’Inter: “Dal punto di vista del risultato ci sentiamo derubati. I ragazzi hanno fatto una gara di grande qualità e di grande intensità: quando giochi così è sempre tutto facile. Questa però è la strada giusta per rialzare la testa. Giocando così otterremo i tre punti spesso. Siamo stati superiori ai nerazzurri: loro sono una grandissima squadra, ma stasera li abbiamo costretti a difendersi con la nostra aggressività. Sono soddisfatto della prova dei ragazzi, perccato per il pareggio perché siamo stati molto aggressivi. Abbiamo giocato bene nonostante le numerose assenze. Verdi? Simone è tra i giocatori che hanno più qualità, m ala mentalità se la devono costruire i ragazzi stessi con la consapevolezza nei propri mezzi“.