Donald Trump e la bufera sulle armi: “Mai detto di darle a tutti gli insegnanti, ma solo a quelli con esperienza militare e addestramento speciale”.

Usa – Donald Trump nella bufera dopo le ultime dichiarazioni sulle armi, un tema particolarmente delicato in un paese che solo pochi giorni ha toccato nuovamente con mano la follia omicida di un ragazzo che è entrato in una scuola e ha sparato all’impazzata seminando morte e terrore.

L’ennesimo atto di terrorismo made in Usa avrebbe dovuto portare il presidente americano a una stretta sulle armi, come chiesto da gran parte dell’opinione pubblica, e invece ha scatenato l’ennesima e insensata polemica nata da una proposta in stile Far West secondo cui sarebbe opportuno armare gli insegnanti all’interno delle scuole.

Arriva la smentita ma è solo parziale

Donald Trump ha voluto smentire su Twitter la notizia secondo cui avrebbe proposto di armare gli insegnanti nelle scuole, facendo tirare a tutti un sospiro di sollievo.

In realtà più che una smentita è una correzione: “Non ho mai detto ‘diamo armi agli insegnanti’. Quello che ho detto è guardare alla possibilità di dare armi a insegnanti esperti di armi con esperienza militare e addestramento speciale. Una scuola libera dalle armi è una calamita per i cattivi“.

E qui sopraggiunge un po’ di naturale sconforto. Invece che combattere il commercio delle armi, ormai da anni evidentemente fuori controllo, la direzione sarebbe quella di militarizzare anche le scuole, un passo che prima di essere compiuto dovrebbe essere valutato con attenzione.

Stando ai dati forniti dallo stesso Donald Trump, attualmente nelle scuole americane è presente un 20% degli insegnanti in grado di rispondere immediatamente in caso di un attacco armato da parte di un singolo. Ora bisognerebbe capire se sia una buona o una cattiva notizia…


USA – La BMW addestra i Marines… per lavorare nelle concessionarie

Messico, italiani scomparsi: venduti dalla polizia a un gruppo criminale