Usa, Trump vuole abolire lo Ius Soli

Stati Uniti, il presidente Donald Trump vuole abolire lo Ius Soli. Nuove polemiche dividono l’opinione pubblica americana.

Nuova svolta (e nuove polemiche) negli Stati Uniti, dove il presidente Donald Trump ha fatto sapere di star seriamente valutando la fine dello Ius Soli. L’annuncio è stato accolto da molti con un’acclamazione, altri hanno rilanciato l’allarme razzismo iniziando a scorgere i confini di un’America sempre più repressiva.

Donald Trump vuole abolire lo Ius Soli

L’annuncio arriva direttamente dalla bocca di Donald Trump. Parlando dalla Casa Bianca il Presidente ha fatto sapere di star seriamente valutando la cessazione del riconoscimento della cittadinanza per diritto di nascita.

Negli Usa è infatti in vigore lo Ius Soli, ossia il diritto di nascita. Chiunque nasca in territorio americano deve essere riconosciuto come cittadino americano. È un diritto riconosciuto dalla Costituzione (quattordicesimo emendamento) ed è in vigore dal 1868.

Donald Trump
Donald Trump

Stati Uniti, come cambiare la Costituzione

Indi per cui, per poter mantenere fede alla sua minaccia, o ai suoi piani, Trump deve modificare la Costituzione, un lusso che è concesso solo al Congresso e ai parlamenti statali. Il numero uno della Casa Bianca potrebbe riuscire nel suo intento se il Congresso approvasse l’emendamento con una maggioranza pari ai 2/3 dell’assemblea. Se il testo superasse il primo scoglio andrebbe ai parlamentari statali che dovrebbero approvarlo con una maggioranza pari ai 3/4 dell’assemblea.

Donald Trump contro i trans

Il nuovo annuncio politico di Trump arriva a pochi giorni di distanza dalla comunicazione con la quale aveva fatto sapere di voler legalizzare la possibilità di licenziare i transgender per il loro orientamento sessuale.

ultimo aggiornamento: 22-08-2019

X