Conad e Branco, la risposta dell’Ad Pugliese dopo la denuncia dell’Anpi: “Verificato il nostro Codice Etico confermo che non possiamo collaborare con loro”.

Donazione di Conad ai neofascisti, interviene l’Amministratore delegato della catena di supermercati Pugliese.

Ribadisco che la Onlus a Milano è stata indicata da un amministratore locale. Verificato il nostro Codice Etico confermo che non possiamo collaborare con loro“.

Conad, da due supermercati di Milano contributi ad associazione Branco. La denuncia dell’Anpi

Il chiarimento di Pugliese, Ad di Conad, arriva in seguito alle polemiche nate dopo la decisione di due supermercati di Milano di procedere con una donazione all’Associazione Bran.co.

Il caso si apre con la denuncia dall’Anpi di Milano alla vigilia del 25 aprile.

La donazione verrà fatta all’associazione Branc.co, diretta emanazione di Lealtà e Azione, organizzazione neofascista. Ricordiamo che Bran.co destina i pacchi alimentari, delle spese solidali, unicamente agli italiani, in aperta violazione dei principi fondamentali sanciti dalla nostra Carta Costituzionale del dovere di solidarietà“.

La dura accusa dell’Anpi ha scatenato una polemica accesissima che come di consueto ha interessato anche il mondo dei social network.

Conad
fonte foto copertina https://www.facebook.com/Conad/

La risposta di Bestetti

All’Anpi aveva risposto in maniera decisamente polemica Marco Bestetti, presidente del Settimo Municipio e collegamento istituzionale tra i supermercati Conad e l’associazione in questione.

“L’Anpi Milano, non potendo organizzare manifestazioni per il 25 aprile ed essendo quindi in evidente astinenza dalle annuali e consuete polemiche sui fascisti – all’alba del 2020 – è riuscita a trovare pericolosi squadristi persino in mezzo alla pasta al sugo. L’Anpi, nel suo impeto censorio e ideologico, non sa che l’associazione messa all’indice è una Onlus che opera da settimane in sinergica collaborazione con il Comune di Milano”.

Conad, Ad Pugliese chiude a Branco: “Non possiamo collaborare con loro”

La questione si chiude di fatto con il tweet chiarificatore dell’Amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese.

I valori del 25 aprile sono gli stessi su cui è stata fondata Conad . Ribadisco che la Onlus a Milano è stata indicata da un amministratore locale. Verificato il nostro Codice Etico confermo che non possiamo collaborare con loro“.

Di seguito il tweet condiviso da Pugliese


Svolta storica in Tunisia, riconosciute le prime nozze gay: il matrimonio è stato sottoscritto in Francia

Napoli, scosse di terremoto nell’area flegrea: la più forte di magnitudo 3.1. Tanta paura ma nessun danno