Una donna di 35 anni è morta dopo il parto in provincia di Napoli. E’ stata aperta un’inchiesta per risalire alle cause del decesso.

POGGIOMARINO (NAPOLI) – Una donna di 35 anni è morta dopo il parto in provincia di Napoli. Come ricostruito da La Repubblica, il decesso è avvenuto poche ore dopo la nascita del primo figlio e la Procura ha aperto un’indagine per accertare le cause del decesso.

I carabinieri nelle ore scorse hanno sequestrato la cartella clinica della vittima e sono in corso tutti gli approfondimenti del caso. Al momento non c’è nessuna persona iscritta sul registro degli indagati.

Giovane mamma deceduta dopo il parto, la ricostruzione

La ricostruzione di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo le prime informazioni, la donna è stata ricoverata e avrebbe dovuto dare alla luce suo figlio con un parto naturale. Per motivi da accertare medici hanno deciso di intervenire con il parto cesareo. Dopo l’intervento, però, la 35enne è apparsa molto stanca in videochiamata con i genitori. L’ultimo messaggio inviato al marito e riportato da Il Mattino è stato: “Sono distrutta“. In poche ore le sue condizioni di salute sono peggiorate. I medici hanno contattato il padre del bambino comunicandogli che le condizioni della ragazza erano peggiorate. La donna è morta prima che il suo compagno raggiungesse l’ospedale.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ambulanza
Ambulanza

Indagini in corso

La Procura ha aperto un’indagine per ricostruire quanto accaduto e soprattutto per fare luce sulle cause del decesso. La salma è stata trasferita al Policlinico di Napoli per effettuare l’esame autoptico come deciso dal magistrato subito dopo il decesso. “Mi devono dire la verità – ha detto il padre – mi devono dire come è morta mia figlia. Clara godeva di ottima salute“.

Nelle prossime ore i medici potrebbero ascoltati dagli inquirenti per ricostruire meglio quanto successo subito dopo l’intervento. Sono diversi i punti ancora da chiarire e presto ci potrebbero essere importanti novità.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Finanziavano il terrorismo, quattro arresti in Puglia

E’ morta Raffaella Carrà