La donna di 94 anni era stata aggredita e rapinata in casa a Magnago (Milano) da un malvivente che l’ha spinta a terra e le ha strappato gli orecchini.

È morta in ospedale la signora Maria Scampini, la donna di 94 anni rapinata in casa e aggredita nella giornata del 5 novembre a Magnago, Milano. Una brutale rapina finita in tragedia. La donna sembrava poter superare questo drammatico episodio, invece è morta in ospedale.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La ricostruzione dei fatti

L’episodio risale al 5 novembre. Il rapinatore si è introdotto nell’abitazione della signora e ha aggredito la donna facendola cadere rovinosamente a terra dopo una spinta. Poi le ha sottratto gli orecchini e si è dato alla fuga. La 94enne è riuscita a prendere il telefono cellulare e a chiamare il figlio, immediatamente accorso. L’uomo ha trovato la madre cosciente ma con un forte dolore alla gamba destra. La donna è stata trasportata con urgenza in ospedale, dove è stata ricoverata.

Carabinieri
Carabinieri

Magnago, rapinata in casa e aggredita: morta donna di 94 anni

La donna sembrava reagire bene alle cure e la degenza sembrava regolare. Poi le sue condizioni sono peggiorate fino al drammatico decesso. Bisogna ora stabilire se la morte sia stata effettivamente causata dalle ferite riportate nella colluttazione con il malvivente oppure no. Si tratta di un passaggio fondamentale per determinare l’accusa a carico del rapinatore.

Conoscevo Maria perché, in occasione delle feste di Natale, andavo a farle visita e a portarle gli auguri miei e dell’amministrazione comunale. Sono turbata e sgomenta per ciò che le è accaduto. Parteciperò senza dubbio ai funerali di quella signora tanto cara. Soltanto una cosa posso dire: chi ha aggredito in quel modo la nostra concittadina ha agito da vigliacco“, ha commentato Carla Picco, sindaca di Magnago.

Ospedale
Ospedale

Le indagini degli inquirenti: arrestato il rapinatore

Il 10 dicembre è emersa la notizia dell’arresto del rapinatore, ora accusato di omicidio. Il soggetto, stando a quanto appreso, sarebbe un 37enne italiano tossicodipendente con precedenti per rapina e per furto. L’arresto è scattato nella giornata del 7 dicembre dopo che il soggetto era stato individuato alla fine del mese di novembre. L’uomo era stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza installate nella zona dell’omicidio. Interrogato dagli inquirenti, il soggetto ha ammesso le proprie responsabilità. Per lui l’accusa è di rapina e omicidio preterintenzionale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-12-2021


Attenzione alla gola: i nuovi sintomi della variante Omicron del Covid

Viminale, si dimette il Capo Dipartimento Immigrazione: la moglie è indagata per caporalato. Salvini attacca (ma lo aveva nominato lui)