Una donna di 50 anni è stata trovata morta nel Ferrarese. I carabinieri indagano per omicidio. Nessuna ipotesi è esclusa.

BONDENO (FERRARA) – Una donna di 50 anni è stata trovata morta nel Ferrarese. Come riportato da La Repubblica, il corpo senza vita della donna è stato rinvenuto dai carabinieri a Bondeno.

La Procura ha aperto un’indagine per omicidio. “Siamo tutti senza parole – il commento del sindaco della cittadina Ferrarese – quanto avvenuto ha colto tutti alla sprovvista e ha lasciato tutti di sasso“.

Donna morta nel Ferrarese, indagini in corso

I carabinieri, arrivati sul luogo dopo una chiamata, hanno effettuato tutti gli accertamenti del caso. Le prima ipotesi è quella di una morte avvenuta dopo essere stata colpita alla testa con un oggetto contundente.

Gli inquirenti hanno interrogato gli amici e i parenti della donna per ricostruire meglio quanto accaduto. La vittima condivideva l’appartamento con il compagno.

Dopo i primi accertamenti, gli inquirenti hanno arrestato per la morte di Rossella Placani il compagno della vittima, Doriano Saveri. L’uomo è stato fermato nella notte tra il 22 e il 23 febbraio.

Il soggetto è in carcere mentre proseguono le indagini da parte degli inquirenti.

Carabinieri
Carabinieri

Emergenza femminicidi in Italia: 20enne aggredita a Torino, arrestato l’ex fidanzato

Nella serata di domenica 21 febbraio una ragazza di 20 anni di nazionalità greca è stata aggredita dall’ex fidanzato nel quartiere San Salvario a Torino. La vicenda, secondo quanto riportato dai media locali, è avvenuta al culmine di una lite.

La vittima è stata colpita con diversi fendenti e le sue condizioni sono molto gravi. I medici non hanno ancora sciolto la prognosi. Gli inquirenti si sono subito messi alla ricerca dell’ex compagno della giovane. Alla base di questa aggressione ci sarebbero stati motivi passionali legati alla loro relazione finita in passato.

Donna uccisa a Trento, fermato l’ex marito

Femminicidio anche in provincia di Trento. Una donna e mamma di quattro figli è stata uccisa dall’ex marito, ai domiciliari. L’uomo avrebbe colpito la donna alla carotide con una accetta prima di tentare il suicidio. Le condizioni dell’omicida sarebbero gravi.

Il bilancio si aggrava

Il bilancio delle donne aggredite da ex compagni o familiari continua ad aggravarsi di giorno in giorno. Ed è alto il rischio di numeri più alti rispetto al 2020 alla fine dell’anno in corso.


Chi era Vittorio Iacovacci, il carabiniere morto nell’agguato in Congo

Assenteismo e corruzione, indagato il presidente del Consiglio Regionale della Campania