Donna uccisa a Mazara del Vallo nella notte tra il 29 e il 30 gennaio 2020. Arrestato il marito di 53 anni. L’uomo era già stato denunciato dalla vittima.

MAZARA DEL VALLO (TRAPANI) – Una donna di 54 anni è stata uccisa nella notte tra il 29 e il 30 gennaio 2020 a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani. Per l’omicidio è stato fermato il marito con la Procura che ha disposto l’arresto in attesa della convalida del Gip.

Nelle prossime ore l’uomo sarà interrogato dagli inquirenti per cercare di capire il perché di questo gesto.

Donna uccisa a Mazara del Vallo, arrestato il marito

L’omicidio è avvenuto nella notte di giovedì 30 gennaio. L’allarme è stato lanciato dai vicini di casa che avevano sentito delle urla provenire da quell’appartamento. Visti i precedenti, è partita la chiamata agli inquirenti con il personale medico che non ha potuto fare altro che constatare la morte della donna.

Secondo le prime informazioni, la vittima sarebbe stata massacrata di botte viste la presenza di numerose ecchimosi sul corpo della 54enne. Sarà l’autopsia ad accertare le cause de decesso che ha sconvolto l’intera Mazara del Vallo visto che episodi simili non accadono tutti i giorni. Il marito sarà interrogato nelle prossime ore per cercare di ricostruire meglio la dinamica di questo incidente.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

I precedenti

Il fermato non è sconosciuto agli inquirenti. In passato la donna, infatti, aveva presentato due denunce (poi ritirate) per maltrattamenti. Un rapporto complicato che ha portato la vittima a trascorrere un periodo in una comunità per donne in stato di disagio.

Sulla vicenda sono in corso approfondimenti anche per capire il perché di questo passo indietro. Una morta che, forse, poteva essere evitata. La Procura vuole vederci chiaro e nelle prossime ore ascolterà il marito, accusato di aver ucciso la donna massacrandola di botte. Una morte che ha sconvolto l’intera città di Mazara del Vallo.

In Alto Adige 28enne soffocata

Una donna di 28 anni è morta in Alto Adige con gli inquirenti che pensano ad un decesso provocato da un soffocamento. Fermato il compagno che nelle prossime ore sarà interrogato dagli inquirenti. La vittima era anche incinta.

Tre vittime tra Caltanissetta e Alghero

Il bilancio, però, continua a salire. Nella tarda serata di giovedì 30 gennaio a Mussomeli, in provincia di Caltanissetta, un uomo ha ucciso la compagna e la figlia di lei con cinque colpi di pistola.

In Sardegna è stato arrestato il fidanzato di una donna di 53 anni, scomparsa ormai da due mesi. Secondo gli inquirenti, l’uomo ha ucciso la sua compagna e poi nascosto il cadavere.


L’Italia dichiara lo stato di emergenza sanitaria

Roma, è allarme Coronavirus. Un bar vieta l’ingresso a chi arriva dalla Cina