Donna uccisa in provincia di Trento, interrogato il marito

Donna uccisa in provincia di Trento, interrogato il marito

Donna uccisa in provincia di Trento. Il cadavere della 43enne è stato rinvenuto nei pressi di un locale pubblico. Interrogato il marito.

NAGO TORBOLE (TRENTO) – Donna uccisa in provincia di Trento. Nella mattina di giovedì 5 settembre 2019 il corpo senza vita della 43enne è stato rinvenuto a Nago Torbole. Il cadavere, che presentava segni di lesioni, si trovava nei pressi di un locale della cittadina che si è affaccia sul Garda.

Il magistrato ha autorizzato l’autopsia sul corpo della donna per accertare la morte. Il marito è stato ascoltato dagli inquirenti e nelle prossime ore potrebbe essere iscritto sul registro degli indagati.

La ricostruzione

L’allarme è scattato dopo la chiamata del marito. L’uomo – secondo quanto ricostruito dagli inquirenti – ha trascorso la notte insieme alla compagna in un terrazzamento vicino ad un locale pubblico. Al risveglio, almeno quanto dichiarato dal 50enne, ha trovato senza vita la donna.

Il personale del 118 non ha potuto fare altro che constatare la morte della vittima. Le lesioni presenti sul corpo hanno fatto aprire un’indagine alla Procura di Trento che non pensa ad un decesso naturale. Per questo motivo il magistrato ha autorizzato l’autopsia. Toccherà al medico legale stabilire le cause che hanno portato alla morte della vittima.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Indagini in corso

Sul registro degli indagati non risultano persone iscritte. Il marito, infatti, è stato ascoltato dagli inquirenti ma al momento non ha ricevuto nessuna notifica. La posizione dell’uomo è al vaglio della Procura che attende i risultati dell’autopsia per iniziare a chiarire meglio i misteri di questo decesso.

I due molto probabilmente hanno trascorso la notte all’aperto e per questo non ci sono testimoni. I controlli medici dovranno spiegare la natura delle lesioni sul corpo della donna e in caso confermare un collegamento con la morte avvenuta nella notte tra il 4 e il 5 settembre 2019.

ultimo aggiornamento: 05-09-2019

X