Una donna di 70 anni è stata trovata morta in casa in provincia di Verona. Aveva due coltelli conficcati nella schiena.

BOVOLONE (VERONA) – Una donna di 70 anni è stata trovata nelle prime ore di mercoledì 21 luglio morta in casa a Bovolone, in provincia di Verona. Come riportato da La Repubblica, gli inquirenti hanno trovato due coltelli conficcati nella schiena. Si indaga evidentemente per omicidio. A lanciare l’allarme sarebbe stato il figlio e l’uomo è stato subito sottoposto ad un interrogatorio.

Donna uccisa a Verona, aveva due coltelli nella schiera

La ricostruzione di quanto successo a Verona è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo una prima ricostruzione, la vittima ha subìto una feroce aggressione. Sono diverse, infatti, le ferite presenti sul corpo e fatali potrebbero essere state i due fendenti alla schiena inflitti con coltelli da cucina, rimasti ancora conficcati sul corpo della donna. A ritrovare il cadavere è stato il figlio. L’uomo ha subito chiamato i soccorsi e i carabinieri. I militari hanno proceduto con i primi rilievi sulla scena del crimine e hanno ascoltato il figlio della donna per avere ulteriori dettagli sul ritrovamento del corpo della settantenne.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ambulanza
Ambulanza

Indagini in corso

Sono in corso tutti gli approfondimenti del caso per provare a ricostruire la dinamica, le cause e l’identità del responsabile. Gli inquirenti hanno già ascoltato il figlio e nelle prossime ore potrebbero sentire conoscenti e parenti della donna per provare a ricostruire il quadro familiare e sociale. Il primo tassello potrebbe essere quello di trovare un movente. Al momento gli inquirenti non avrebbero escluso nessuna ipotesi.


Come sbattezzarsi e quali sono le conseguenze

Incidente sul lavoro a Carrara, artigiano morto dopo essere precipitato da 15 metri