Dove destinare TFR: lasciarlo in azienda oppure destinarlo ad un fondo pensione? Oppure sottoscrivere una forma di pensione complementare?

Se hai da poco trovato lavoro dovrai entro sei mesi di tempo decidere dove destinare il tuo TFR, ossia il trattamento di fine rapporto che spetta ad ogni lavoratore dipendente quando viene a cessare il rapporto di lavoro.

Dove destinarlo?

Dove è possibile destinare il proprio TFR? Sono tre le possibili scelte che un lavoratore dipendente deve valutare e considerare:

  • lasciare il TFR direttamente nell’azienda presso cui lavora;
  • versare il TFR in un Fondo Tesoreria Inps;
  • decidere di aderire ad una forma di previdenza completamente con un istituto bancario oppure una compagnia assicurativa.

La scelta spetta solo al lavoratore dipendente che dovrà, entro il termine massimo di sei mesi, raccogliere tutte le informazioni possibili e decidere dove destinare la propria liquidazione finale. Se la vostra scelta è quella di destinarlo in azienda è importante considerare il numero di dipendenti dell’azienda.

Azienda o fondo?

Nelle aziende con meno di 50 dipendenti il TFR sarà rivalutato ogni anno andando ad applicare un tasso a seconda dell’aumento dell’indice dei prezzi. Importante: è possibile richiedere un anticipo del proprio TFR (sino ad un terzo della liquidazione) purché siano passati almeno 8 anni dall’assunzione. Se la vostra azienda ha o supera i 50 dipendenti, il TFR verrà trasferito dall’azienda in un fondo unico nazionale. Importante: dal 2005 è stato introdotto il silenzio assenso: se entro 6 mesi il lavoratore non comunica la scelta, il TFR sarà trasferito dal datore di lavoro in un fondo pensione. Se, invece, avete intenzione di destinarlo in una forma complementare potrete usufruire di una serie di benefit visto che lo stato sta cercando da tempo di incentivare i lavoratori ad aderire ai fondi. Un esempio? I rendimenti prodotti presentano un tasso dell’11% inferiore al 12,50% solitamente previsto dalle altre forme di investimento.

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 13-03-2017


Pignoramento Tfr come si verifica e in quali condizioni

Assegno Disoccupazione, come funziona e la domanda