Quali possibilità ha un lavoratore e quali sono i parametri in base a cui scegliere?

Dove versare il TFR? Si deve scegliere a seconda dell’età del lavoratore, dei costi che si è in grado di sostenere (tra costi vivi e imposizione fiscale) e di altri fattori.

Dove versare il TFR?

Ogni lavoratore vede decurtare ogni mese dalla propria busta paga una quota percentuale dello stipendio. Tale quota, trattenuta dall’azienda per mettere assieme il fondo per il trattamento di fine rapporto, rimane a disposizione dell’azienda fino al licenziamento o al pensionamento del lavoratore. L’azienda utilizza tale liquidità come fosse propria, investendola o comunque adoperandola per le proprie necessità.
Di contro, la legge impone il versamento del TFR quale che sia la causa del licenziamento del lavoratore (incompatibilità ambientale, scarsa produzione eccetera), anche se l’azienda nel frattempo avesse fallito.
Un lavoratore potrebbe tuttavia scegliere di versare il proprio TFR non direttamente all’azienda per cui è dipendente ma in un fondo pensione.

Quali parametri valutare per scegliere dove versare il TFR

A partire dal 1° Gennaio 2007 i lavoratori italiani hanno la possibilità di usufruire della previdenza complementare e utilizzare il proprio TFR per la creazione di un fondo pensionistico.
Lasciare il TFR a disposizione della propria azienda o in generale del proprio datore di lavoro non comporta costi di gestione. Un fondo pensionistico ha sempre costi di gestione che sono più bassi se si sceglie un fondo pensione negoziale invece che uno aperto.

Il TFR destinato ai fondi pensione viene tassato del 20% (che scende aal 12.50% per i fondi pubblici). Il TFR lasciato all’azienda viene sempre tassato al 17%.

Il rendimento finanziario dei fondi pensione (chiusi o aperti) è sempre maggiore rispetto a quello del TFR lasciato in azienda. 

Il TFR lasciato in azienda si rivaluta ogni anno del 75% del tasso di inflazione più un fisso dell’1,5% (secondo l’articolo 2220 del codice civile). E’ implicito quindi che – a meno di rarissimi casi di deflazione – il TFR lasciato a disposizione delle aziende si rivaluta sempre.

Infine è sconsigliabile per i lavoratori anziani o in prossimità della pensione aderire a un fondo pensione poiché si avrebbero vantaggi pari a quelli che deriverebbero dal lasciare il TFR in azienda ma si andrebbe in contro a rischi finanziari maggiori.

 

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 13-02-2017


Calcolo Finanziamento e la Maxirata

Finanziamento Auto come funziona e come richiederlo