Emergenza Covid, le sanzioni legate alle disposizioni del dpcm del 3 dicembre per il contenimento del nuovo coronavirus.

Dpcm 3 dicembre, c’è i prospetto delle multe e delle sanzioni che scattano in caso di violazione delle norme. E ci sono le indicazioni anche per chi viola il divieto di spostamento tra le Regioni che scatta dal 21 dicembre al 6 gennaio.

Dpcm 3 dicembre, le sanzioni: il nodo degli spostamenti tra Regioni e tra Comuni nei giorni in cui vige il divieto

La parte più interessante del documento in questione è quello legato agli spostamenti.

Come noto, dal 21 dicembre al 6 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento tra le Regioni. Inoltre il 25 e il 26 dicembre e il 1 gennaio è vietato lasciare il proprio Comune se non per motivi di necessità.

La norma violata è l’Articolo 2 del D.L n 33/2020 in relazione all’articolo 1 co. 2 del D.L. 2 dicembre 2020, n. 158 e in relazione all’articolo 1 comma 4 del DPCM del 3 dicembre 2020.

La sanzione prevista è la tradizionale sanzione stabilita dall’Articolo 4 comma 1 del D.L. n 19/2020 che prevede una sanzione amministrativa a partire da 400 euro.

Stando all’articolo 4, il mancato rispetto delle misure di contenimento è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3000. Sanzione ridotta di un terzo in caso di pagamento entro cinque giorni. Se il mancato rispetto delle misure avviene mediante l’utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo.

Le principali restrizioni a livello nazionale

Le principali restrizioni a livello nazionale sono:

il divieto di assembramento
l’obbligo di portare dispositivi di protezione individuale con obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi e in tutti i luoghi all’aperto dove non sia costantemente consentito il distanziamento di sicurezza
l’obbligo di rispettare la distanza di almeno un metro dalle altre persone
il divieto di circolazione dalle 22:00 alle 5:00 del mattino seguente alla luce del coprifuoco
il divieto di mobilità dalla propria abitazione per i soggetti in isolamento perché positivi al Covid-19
divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per soggetti in quarantena per contatti stretti con contatti confermati.

In tutti i casi la sanzione è quella stabilita dall’Articolo 4 comma 1 del D.L. n 19/2020.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Carabinieri
Carabinieri

Le restrizioni in Zona Arancione

In Zona Arancione, oltre alle misure sopra indicate, vigono altre due restrizioni:

il divieto di spostamento in entrata e in uscita dai territori se non per motivi di necessità
divieto di spostamento in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione.

Le restrizioni in Zona Rossa

In Zona Rossa, come noto, si applica una ulteriore restrizione agli spostamenti:

divieto di spostamento in entrata e in uscita dai territori nonché all’interno dei medesimi territori salvo che per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità.

La sanzione è regolata dall’articolo 4 comma 1 ddel D.L. n 19/2020 conv. L. n. 35/2020 e prevede una sanzione amministrativa a partire da 400 euro.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 08-12-2020


“Ciao Luis come va?”: le domande dell’esame-farsa di Suarez

Pfizer, in arrivo il via libera della Fda: “Vaccino efficace e sicuro”