Le dichiarazioni del premier Draghi al termine del Consiglio informale Ue sulla crisi in Ucraina.

Nella giornata del 17 febbraio, il premier Draghi ha preso parte alla Riunione informale dei membri del Consiglio europeo sulla crisi in Ucraina. Il Presidente del Consiglio, al termine del vertice, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa. “Non ci sono segnali di de-escalation“, ha affermato Draghi parlando con i giornalisti e confermando quindi che la situazione resta particolarmente delicata. Di seguito il video con le dichiarazioni di Mario Draghi al termine del Consiglio informale Ue sulla crisi in Ucraina.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni di Mario Draghi al termine della Riunione informale dei membri del Consiglio europeo

Oggi è stato un Consiglio europeo informale. La situazione è quella di qualche giorno fa. Gli episodi che sembravano annunciare una de-escalation non sono presi seriamente, quindi dobbiamo essere pronti a ogni eventualità. La strategia deve essere fatta di due elementi.

Il primo è riaffermare la nostra unità, e questo è l’aspetto che forse ha più sorpreso la Russia. In un primo momento ci si poteva aspettare che essendo così diversi avremmo preso posizioni diverse, invece nel corso di questi mesi siamo diventati sempre più uniti. E siamo tantissimi Paesi, anche Paesi che non rientrano in quello che definiamo Occidente.

Poi occorre mantenere la strategia di deterrenza ferma, non mostrare debolezze. Il terzo punto è che non possiamo rinunciare ai principi fondanti dell’Alleanza Atlantica”, ha dichiarato il Presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Mario Draghi
Mario Draghi

Draghi, “Occorre mantenere il dialogo il più possibile aperto”

Occorre mantenere il dialogo il più possibile aperto. Il presidente dell’Ucraina ha chiesto la possibilità di riuscire a vedere il Presidente Putin. Evidentemente non sarà facile ma l’obiettivo è i due Presidenti si siedano intorno allo stesso tavolo. Tutti i canali di dialogo devono essere utilizzati con la massima determinazione“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-02-2022


Referendum, i Comitati Promotori Eutanasia e Cannabis: “Quella di Amato è stata una conferenza politica”

Crisi Ucraina, l’Onu: “Chiediamo a tutte le parti moderazione”