Roma, cocaina nascosta al cimitero del Verano: arrestato marmista

Roma, cocaina nascosta al cimitero: arrestato marmista

Centomila dosi di cocaina e una pistola rubata trovate tra le tombe del cimitero del Verano a Roma. Arrestato un marmista.

Cocaina nascosta tra le tombe del cimitero del Verano, Roma, arrestato un marmista. Le forze dell’ordine hanno scoperto nei loculi del famoso cimitero centomila dosi di cocaina e una pistola carica. L’arma, a una prima indagine svolta dagli inquirenti, risulta rubata.

Roma, ritrovate centomila dosi di cocaina nel cimitero del Verano

La Polizia di Stato ha arrestato un marmista ritenuto considerato come il gestore dell’ingente quantità di droga ritrovata al cimitero romano del Verano.

L’uomo, fermato dagli agenti della Squadra Mobile, avrebbe nascosto tra le tombe centomila dosi di cocaina oltre a una pistola che risulterebbe rubata.

La droga è stata trovata al Pincetto, l’area più antica del cimitero del Verano che sorge a ridosso della Basilica di San Lorenzo fuori le mura, una delle principali mete di pellegrinaggio per i turisti che visitano la Capitale.

Polizia
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Le indagini degli inquirenti nate da un pedinamento improvvisato

La scoperta del tesoretto illegale da parte delle autorità è stata frutto di un’operazione durata solo poche ore. Nel pomeriggio del 17 aprile una pattuglia ha notato una macchina dirigersi ad alta velocità nel cimitero e poi dileguarsi in tutta fretta.

Da qui la decisione degli inquirenti di approfondire la vicenda che ha portato al ritrovamento delle dosi di droga e dell’arma nascosta.

Le operazioni degli inquirenti sono state condotte dalla Sesta Sezione della Squadra Mobile che si occupa de contrasto al crimine diffuso.

ultimo aggiornamento: 18-04-2019

X