Drone non autorizzato sulle piste dell’aeroporto di Malpensa, quattro aerei dirottati per motivi di sicurezza. Emergenza durata circa trenta minuti.

Paura e tensione all’aeroporto di Malpensa (Milano), dove le autorità hanno interrotto il traffico aereo sull’aeroporto per la presenza di un drone non autorizzato, un episodio simile a quelli avvenuti in Inghilterra nei mesi scorsi.

Drone non autorizzato in volo su Malpensa, spazio aereo chiuso per trenta minuti

Lo stato di allerta è durato trenta minuti, un arco di tempo durante il quale le autorità hanno chiuso il traffico aereo sull’aeroporto di Malpensa in attesa di capire la funzione, la provenienza e gli obiettivi di un drone non autorizzato entrato nello spazio aereo aeroportuale.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Aeroporto di Milano Malpensa
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Aeroporto-di-Milano-Malpensa

Dirottati per motivi di sicurezza quattro aerei originariamente diretti a Malpensa

Durante la chiusura, quattro aerei sono stati dirottati nei vicini aeroporti per motivi di sicurezza. La situazione di emergenza è durata trenta minuti circa.

Emergenza droni negli spazi aerei aeroportuali

Non è la prima volta che l’aeroporto milanese è costretto a fare i conti con un drone non autorizzato che vola in prossimità delle piste. L’ultima volta era successo solo lo scorso 3 marzo, e anche in quel caso lo spazio aereo era rimasto interdetto per circa trenta minuti.

Il nuovo episodio avvenuto a Milano riapre le discussioni sull’utilizzo di droni, apparecchi potenzialmente pericolosi da utilizzare esclusivamente seguendo determinate procedure tra cui, in determinati casi, la richiesta di un’autorizzazione al volo. Diventa difficile però controllare la situazione in maniera capillare visto che per acquistare un drone non sono previste restrizioni e quindi tutti possono averne uno utilizzandolo a proprio piacimento.


Truffa da 1,4 milioni di euro, arrestato funzionario del Ministero della Salute

Caso Fonsai, assolta Giulia Ligresti