DS 4 Crossback: dalla Francia un crossover sportivo e versatile

DS 4 Crossback: dalla Francia un crossover sportivo e versatile

Con il DS 4 Crossback, il marchio del Gruppo PSA rilancia un modello di SUV che punta ad incontrare il gusto di un’ampia fascia di pubblico.

Il DS 4 Crossback è un modello di SUV della gamma DS Automobiles, un marchio francese facente parte del Gruppo PSA. La dicitura ‘DS 4’ è stata coniata nel 2011 per un crossover di segmento C prodotto dalla Citroën tra il 2011 ed il 2014; dal 2015, la DS 4 è uscita dai listini della casa del doppio Chevron ed è entrato a far parte dell’offerta della DS Automobiles, assieme alla DS 3 e alla DS 5, con un prezzo di partenza di 27.550 euro.

DS 4 Crossback scheda tecnica e design

Appartenente al segmento dei SUV/crossover, il DS 4 Crossback si presenta come un modello cinque porte a cinque posti, lungo 4.284 mm, largo 1.810 mm (senza gli specchietti retrovisori aperti) e alto 1.497 mm, con un passo che misura 2.612 mm. Le masse variano in base all’allestimento ed alla motorizzazione: si va da un minimo di 1.330 kg ad un massimo di 1.415 kg. L’impianto frenante monta un disco ventilato flottante all’anteriore e un disco ventilato semplice al posteriore; le sospensioni, invece, sono del tipo pseudo McPherson con barra anti-rollio a ruote indipendenti (anteriore) e con assale a traversa deformabile e barra antirollio (posteriore).

Disponibile in sei diverse tonalità di carrozzerie (Bianco Pastello, Bianco Perla, Grigio Artense Metallizzato, Grigio Platinum Metallizzato, Nero Perla Metallizzato e Arancio Tourmaline Metallizato), DS 4 Crossback si presenta come un SUV muscolare ma non troppo, grazie soprattutto alle linee armoniose e mai troppo nette che definiscono i volumi esterni.

Il prospetto anteriore si sviluppa orizzontalmente su due livelli: una fascia alta accoglie la griglia dal profilo cromato, incastonata tra i due gruppi ottici a LED dalla forma squadrata. La fascia paraurti, invece, include una presa d’aria e due gruppi ottici secondari, incassati all’interno di un profilo nero. Il carattere sportivo del DS 4 Crossback 2015 si riflette anche nel design della fiancata, in particolare per i passaruota bordati di nero e il profilo cromato dei finestrini che accentua l’andamento vagamente fast del tettuccio, ‘tirato’ verso il posteriore e solcato dalle due barre porta bagagli. Il retro riprende soluzioni e stilemi non troppo diversi da quelli adottati per altri modelli prodotti dal Gruppo PSA; uno spoiler nero – caratteristico dell’allestimento Sport Chic, abbinato alle calotte degli specchietti retrovisori neri – a contrasto con la carrozzeria sormonta il lato superiore del lunotto (piuttosto inclinato); gli ampi gruppi ottici si dividono tra il portellone ed il montante. L’elemento maggiormente distintivo è di certo l’ampia fascia paraurti: dal profilo levigato eppure solido e muscolare, include un labbro inferiore di plastica nera all’interno del quale sono alloggiati i due terminali cromati dello scarico.

Per quanto riguarda i cerchi in lega, è possibile avere – in base all’allestimento – quelli da 17” Camberra oppure quelli da 18” Brisbane (questi ultimi sono disponibili in versione diamantata, nero brillante e nera con coprimozzi Carminio). Opzionali, solo per il livello Sport Chic, le calotte dei retrovisori cromate mentre le calotte nero perla sono offerte solo per l’allestimento Performance. Anche gli interni offrono una vasta scelta di soluzioni: il volante in pelle si abbina ad una ampia gamma di diversi rivestimenti in pelle e altri materiali, molti dei quali offerti come optional soltanto su alcuni livelli.

DS 4 Crossback
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/eddie_pham/24845622390

Motorizzazioni, consumi ed emissioni

L’offerta relativa alle motorizzazioni DS 4 Crossback include in tutto cinque tipi di propulsori, tutti omologati secondo la normativa Euro 6. Nello specifico, i motori turbo benzina – a trazione anteriore – sono i seguenti:

  • PureTech 130 Manuale: tre cilindri in linea, 12 valvole, 1.199 cc di cilindrata. Eroga 130 CV ad un regime di 5.500 giri al minuto, è in grado di raggiungere una velocità massima di 198 km/h e di scattare da 0 a 100 km/h in poco più di 10 secondi. Viene abbinato ad un cambio manuale a sei rapporti.
  • THP 165 Automatica: 4 cilindri in linea, 16 valvole, 1.598 cc di cilindrata. Sviluppa 165 CV, disponibili al regime di 6.000 giri al minuto. La velocità massima è di 211 km/h mentre l’accelerazione da 0 a 100 km/h è di 8.9 secondi. Il cambio abbinato è una trasmissione automatica a sei rapporti.

Per quanto concerne invece le motorizzazioni diesel, la DS offre un solo propulsore: il BlueHDi, un quattro cilindri in linea da 1.5 litri (1.560 cc di cilindrata), declinato in due diversi tagli di potenza: 100 CV e 120 CV. La versione da 100 CV (disponibili ad un regime di 3.750 giri al minuto) è in grado di sospingere il Crossback fino a 180 km/h e di raggiungere i 100 km/h da fermo in 12.3 secondi. Questa motorizzazione è abbinata esclusivamente alla trasmissione manuale a cinque rapporti. Il propulsore da 120 CV, invece, offre la possibilità di scegliere fra un cambio manuale ed uno automatico (entrambi a sei marce); per quanto riguarda le prestazioni, la velocità massima è di 189 km/h e 193 km/h (in base alla tara dell’allestimento).

Capitolo consumi: in ciclo misto, il motore benzina da 130 CV necessita di 4.9 litri di carburante per percorrere 100 km mentre la versione da 165 CV ha bisogno di 5.6 litri per coprire la stessa distanza. I motori alimentati a gasolio, invece, offrono riscontri migliori da questo punto di vista: il propulsore da 100 CV consuma appena 3.9 litri ogni 100 km su percorso misto mentre il power train da 120 CV presenta consumi compresi tra 3.9 e 4.2 litri di diesel per 100 km. Anche sul fronte emissioni inquinanti, le versioni diesel si comportano meglio di quelle benzina; in particolare, secondo i dati ufficiali forniti dal costruttore, i propulsori a gasolio producono una quantità di CO2 compresa tra 97 e 111 g/km mentre le varianti a benzina risultano più inquinanti (112 – 130 g/km).

Tecnologia e sicurezza

Il nuovo DS 4 Crossback offre una buona dotazione di sistemi di assistenza alla guida; tra questi vi sono l’ABS con ripartitore elettronico di frenata (REF), l’aiuto alla Frenata d’Emergenza (AFU), l’ESP con assistenza alla partenza in salita, l’Intelligent Traction Control e il sistema di sorveglianza dell’angolo morto (SAM), disponibile come optional all’interno del Pack DetectioN. A questi si aggiungono i sensori di parcheggio anteriori e posteriori (questi ultimi con visualizzazione su schermo). Il sistema di infotainment comprende, di serie, il Pack Business Connect che include il DS Connect Nav con navigatore satellitare touch 7” dotato di funzione Mirror Screen (compatibilità con Android AutoTM, Apple CarPlayTM e MirrorLink).

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/eddie_pham/24773589059

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/eddie_pham/24845622390

ultimo aggiornamento: 08-06-2018

X