Ducati 899 Panigale: scheda tecnica della ‘Supermid’ bolognese

‘Sorella minore’ della Ducati 1199, la 899 Panigale abbina il design inconfondibile della casa motociclistica emiliana con l’innovativo telaio monoscocca.

La Ducati 899 Panigale è una moto prodotta dalla Ducati a partire dal 2013. Presentata ufficialmente a settembre, è stata messa sul mercato a partire dal novembre dello stesso anno con un prezzo di listino di 16.420 euro (e garanzia di 24 mesi a chilometraggio illimitato). La 899 può considerarsi una sorta di ‘sorella minore’ della Ducati 1199, adatta tanto alla guida in pista che a quella su strada. Da qui nasce l’etichetta di ‘Supermid’, ovvero – come si legge nella scheda del sito ufficiale Ducati – “una versione intermedia di moto sportiva nata per la pista ed educata per la strada“.

Il telaio della 899 Panigale

Da un punto di vista tecnico, la 899 Panigale si caratterizza anzitutto per le soluzioni della ciclistica. La moto, infatti, è assemblata a partire da un telaio monoscocca in alluminio pressofuso (per migliorarne la resistenza). La struttura monoscocca è parte integrante dello chassis insieme al motore superquadro e vi è anche integrata la testa dello sterzo, mentre nella parte anteriore si trovano le boccole che contengono i cuscinetti del cannotto di sterzo. Il telaio assolve una doppia funzione: oltre a quella strutturale classica, funge anche da air box, dal momento che al suo interno si trovano il filtro dell’aria, i corpi farfallati ed il circuito carburante completo di iniettori.

Sospensioni e freni

Le sospensioni della 899 Panigale montano, sull’anteriore, una forcella Showa Big Piston Fork (BPF). Questa consente di ottenere un migliore controllo sul freno idraulico poiché, a basse velocità, fa arrivare l’olio ad una pressione inferiore. Ciò vuol dire che l’impianto utilizza una minore quantità di fluido consentendo di ottenere prestazioni migliori e di ridurre il peso rispetto alle forcelle tradizionali. La sospensione posteriore, invece, è un monoammortizzatore Sachs completamente regolabile. Essendo alloggiata in posizione laterale, è possibile regolare a piacimento il precarico molla in compressione ed estensione.

Per quanto concerne l’apparato frenante, invece, la 899 Panigale è equipaggiata con un impianto frenante Brembo dotato di sistema ABS Bosch 9MP. L’ABS può essere disinserito direttamente dal cruscotto in qualsiasi modalità di guida si scelga ed è programmabile a tre diversi livelli:

  • livello 1: applica l’ABS solo all’anteriore ed è per questo particolarmente indicato per la guida su pista;
  • livello 2: caratterizza la modalità di guida sportiva;
  • livello 3: caratteristico della modalità “wet” offre la migliore stabilità di frenata e il controllo del sollevamento del posteriore.

Tecnologia e strumentazione

La dotazione tecnologica e strumentale ampiamente aggiornata fa della 899 Panigale un modello all’avanguardia. Il pacchetto di sistemi elettronici, infatti, comprende il Riding Mode Ducati, con ABS integrato, il Ducati Traction Control (DTC), il Ducati Quick Shift (DQS), l’Engine Brake Control (EBC) e il controllo dell’accelerazione Ride by Wire (RbW) con tanto di e-Grip Ducati.

Anche la strumentazione risulta completamente rinnovata: sul nuovo cruscotto trova spazio un ampio display LCD dove i dati vengono riportati in nero su bianco, risultando così chiari ed immediatamente accessibili. A sinistra dell’indicatore di velocità si trovano gli indicatori delle tre modalità di corsa (Race, Sport e Wet); alla destra, invece, vengono visualizzati i valori di EBC, DTC e ABS relativi a ciascun Riding Mode. Spostando lo sguardo ancora più a sinistra, sul display si trova l’indicatore della marcia che conferma l’azionamento dei tempi del giro GPS (se la moto è accessoriata con il DDA) e un’icona che segnala gli eventuali interventi di manutenzione necessari.

Nella sezione centrale dello schermo, nella parte inferiore, viene indicata la temperatura del liquido di raffreddamento del motore. Su entrambi i lati ci sono finestre che riportano dati aggiuntivi: è possibile scorrerle utilizzando i due pulsanti posti sopra e sotto il bocchetto elettrico di sinistra.

Nell’angolo altro a sinistra si trovano gli indicatori di avvisi relativi all’elettronica del motore e attivazione ABS mentre all’angolo opposto le icone segnalano svolta a destra, riserva del carburante, fascio principale e pressione dell’olio. In posizione centrale rispetto a questi due gruppi di spie, ci sono gli indicatori incrementali del fuori giri del motore mentre nella barra sottostante si trova, in arancione, l’indicatore che evidenzia l’interazione DTC.

899 Panigale
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/72007988@N04/10430098613

Le modalità di guida: “Race”, “Sport” e “Wet”

Come già accennato, la tecnologia della Ducati 899 Panigale permette a chi impugna lo sterzo di scegliere tra tre diverse modalità di guida. Ecco, nel dettaglio, la descrizione di ciascuno fornita da www.899panigale.ducati.com:

  • Riding Mode “Race”: “offre al pilota in pista 148 hp con risposta dell’acceleratore RbW diretta, intervento ridotto del sistema DTC, un livello EBC ideale per la corsa e l’ABS solo anteriore, con una prevenzione ridotta dei sollevamenti posteriori“;
  • Riding Mode “Sport”: “offre al pilota in strada o in pista 148 hp con una risposta dell’acceleratore RbW uniforme, intervento del sistema DTC leggermente aumentato, un livello EBC ideale per l’assetto sportivo e l’ABS anteriore e posteriore, con una maggiore prevenzione dei sollevamenti posteriori“;
  • Riding Mode “Wet”: “offre al pilota in strada o in pista 110 hp con risposta dell’acceleratore RbW uniforme, un maggiore intervento del sistema DTC, un livello EBC ideale per le condizioni ambientali e l’ABS completo e ottimizzato per condizioni di grip ridotto“.

Scheda tecnica 899 Panigale

Di seguito, il riepilogo sintetico delle specifiche tecniche della 899 Panigale:

  • Telaio: Monoscocca in lega di alluminio
  • Sospensione anteriore: Forcella Showa BPF a steli rovesciati in acciaio cromato da 43 mm, completamente regolabile
  • Ruota anteriore: Fusa in lega leggera a 10 razze 3.50″ x 17″
  • Sospensione posteriore: Monoammortizzatore Sachs completamente regolabile. Forcellone bi-braccio in alluminio
  • Ruota posteriore: Fusa in lega leggera a 10 razze 5,50”x17”
  • Freno anteriore: 2 dischi semiflottanti da 320mm, pinze Brembo monoblocco evo M4.32 ad attacco radiale a 4 pistoncini. ABS di serie.
  • Freno posteriore: Disco da 245mm, pinza a 2 pistoncini. ABS di serie.
  • Capacità serbatoio benzina: 17 litri
  • Peso a secco: 169kg
  • Peso in ordine di marcia: 193kg

Scheda tecnica del motore

Chiudiamo la nostra panoramica con i dati tecnici del motore della 899 Panigale:

  • Tipo di propulsore: superquadro. Bicilindrico a L, distribuzione Desmodromica 4 valvole per cilindro, raffreddamento a liquido
  • Rapporto alesaggio x Corsa: 100 x 57.2 mm
  • Potenza massima: 109 kW (148 CV)
  • Coppia: 99 Nm (73 lb-ft)
  • Scarico: lay-out collettori “2 in 1 in 2”. Due silenziatori in acciaio inossidabile e camicia esterna in lega di alluminio. 2 sonde lambda e 2 catalizzatori
  • Frizione multidisco in bagno d’olio con comando idraulico

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/72007988@N04/10429928866

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/72007988@N04/10430098613

ultimo aggiornamento: 20-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X