È morto Giovanni Aiello, l’ex poliziotto coinvolto nelle indagini sullo stragismo mafioso

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Si è spento improvvisamente mentre stava  sistemando la barca a riva l’ex poliziotto “Faccia da Mostro”. In passato è stato indagato da quattro Procure diverse.

MONTAURO (CATANZARO) – Si è spento questa mattina all’età di 71 anni Giovanni Aiello, l’ex poliziotto della squadra mobile di Palermo conosciuto alle cronache come “Faccia da mostro” e al centro di alcune vicende giudiziarie controverse. L’uomo è deceduto mentre stava sistemando la barca tra i bagnanti. Inutili i soccorsi, è stato utilizzato anche un defibrillatore. La procura di Catanzaro ha disposto l’autopsia,per fugare ogni dubbio sulle cause della morte.

Il suo nome era stato accostato alle stragi di via D’Amelio e di Capaci

In passato Giovanni Aiello – che si è sempre dichiarato innocente – era stato indagato da ben quattro procure per essere stato coinvolto in alcuni delitti più strani di Palermo. Il suo nome era stato accostato anche alle stragi di via D’Amelio e di Capaci oltre che agli omicidi del vicequestore Ninni Cassarà e del poliziotto Nino Agostino.

Giovanni Aiello era indagato nell’inchiesta “Ndrangheta stragista”

Al momento ancora non si sa ancora quale procura si occuperà di un’eventuale indagine sul suo decesso. Giovanni Aiello era uno dei principali indagati dell’inchiesta “Ndrangheta stragista“, che di recente ha svelato il coinvolgimento dei clan calabresi nella strategia della tensione messa in atto delle mafie negli anni Novanta con le cosiddette “stragi continentali“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 21-08-2017

Francesco Spagnolo

Per favore attiva Java Script[ ? ]