Ecco perché Suso non andrà al Real Madrid

Milan, ecco perché Suso non andrà al Real Madrid. Il destino dello spagnolo, nonostante la clausola e l’interesse dei Blancos, dipende dai rossoneri.

chiudi

Caricamento Player...

Nelle ultime ore tra le notizie di calciomercato è (ri)spuntata la voce, rilanciata da Tuttosport, circa il possibile trasferimento di Suso al Real Madrid. Non è in effetti da escludere che gli spagnoli possano presto o tardi presentare l’offerta per uno dei fantasisti più talentuosi della nostra Serie A, ma l’impressione è che il Milan possa stare tranquillo e la partenza dell’ex Liverpool sembra dipendere solo dalle necessità economiche del club rossonero.

Clausola bassa? Esiste la volontà del giocatore

Il pericolo maggiore a detta di molti è dato dalla clausola inserita dalle parti nel corso della trattativa per il rinnovo di Suso solo qualche mese fa. È vero, quaranta milioni non possono spaventare una società come il Real Madrid ma è vero anche che l’ultima parola spetta al giocatore. Difficile che nell’anno del Mondiale Suso possa lasciare il Milan, dove gioca titolare e da protagonista, per andare in una squadra la concorrenza è elevatissima. Il rischio sarebbe quello di perdere la Nazionale, la stessa nazionale che proprio i rossoneri appena un anno fa sono riusciti a regalare a Deulofeu. E la storia insegna. A fine anno qualora il Milan avesse raggiunto la Champions League il suo addio sarebbe almeno improbabile. In caso contrario potrebbe succedere di tutto, ma l’impressione è che la società possa preferire sacrificare Gianluigi Donnarumma.

Fantacalcio Gianluigi donnarumma Mino Raiola
GIANLUIGI DONNARUMMA

Tifa Real Madrid ma a Milano gioca

Stesso discorso vale per la fede calcistica. Avrà ragione il padre, Suso sarà da sempre un tifoso blanco e senza dubbio una chiamata dal Real farebbe gola, ma vale la pena lasciare la strada sicura e conosciuta per andare in una realtà dove per giocare titolare bisogna mettersi alle spalle di calibro internazionale e talento indiscusso? Insomma, sarà pure tifoso del Real Madrid ma di certo è presto per andare a fare panchina. La strada di fronte allo spagnolo è ancora lunga.