Il Consiglio Economia e Finanza ha approvato dodici piani, incluso quello dell’Italia. Nelle prossime settimane il pre-finanziamento.

È arrivato dall’Ecofin il via libera definitivo al PNRR dell’Italia. Nel corso della riunione del 13 luglio sono stati approvati in tutto dodici piani.

E’ un giorno importante, abbiamo 12 Pnrr che devono essere approvati ed è la vera partenza del Recovery plan e del Next generation EU. Nelle prossime settimane il pre-finanziamento arriverà a questi 12 e credo sia importante che l’approvazione finale arriva esattamente quando la ripresa è in corso, perché rafforzerà la fiducia nei mercati, nei Paesi e consentirà a investimenti e riforme di cominciare“, aveva dichiarato il commissario Paolo Gentiloni.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Paolo Gentiloni
Paolo Gentiloni

Approvato il PNRR dell’Italia: dall’Ecofin via libera a dodici piani

In occasione del Consiglio Economia e Finanza (Ecofin) sono stati approvati i piani di Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Portogallo, Slovacchia e Spagna. Ovviamente il piano dell’Italia era l’osservato speciale in quanto Roma è la principale destinataria dei fondi messi sul piatto dall’Unione europea.

Europa Unione europea UE
Europa Unione europea

La nota dei ministri

Tutti i 12 Stati membri hanno chiesto un prefinanziamento dai fondi loro assegnati. Le decisioni adottate oggi dal Consiglio costituiscono l’ultima tappa prima che gli Stati possano concludere convenzioni di sovvenzione e accordi di prestito con la Commissione e iniziare a ricevere fondi per attuare i rispettivi piani nazionali“, si legge nella nota dei ministri al termine della riunione.

Le decisioni odierne rappresentano un importante passo avanti nella ripresa economica europea“, ha commentato il presidente di turno dell’Ecofin. Le decisione assunte “consentiranno agli Stati membri di utilizzare i fondi non solo per uscire dalla crisi Covid-19, ma anche per creare un’Europa resiliente, più verde e più digitale, innovativa e competitiva per le prossime generazioni dell’Ue


Borse 12 luglio, Milano apre la settimana in positivo

Franco: “Ritorneremo ai livelli del Pil pre-crisi nel terzo trimestre del 2022”