Economia, verso la bocciatura il piano di riordino del MEF

Economia, verso la bocciatura il piano di riordino del MEF

Il piano di riordino del Ministero dell’Economia potrebbe essere bocciato. M5s e Lega frenano sul progetto presentato da Tria.

ROMA – Nuova bocciatura per il ministro Tria. Secondo quanto riferito dall’AdnKronos, M5s e Lega potrebbero dire no al piano di ordino presentato dal MEF. Il punto di disaccordo è la nomina del capo della Ragioneria di Stato. La maggioranza potrebbe chiedere al titolare del dicastero dell’Economia di separare la questione dal piano di riordino.

Al momento si tratta solo di indiscrezioni che dovranno essere confermate o smentite nel giro di poche ore. Il piano di ordino, infatti, è uno degli argomenti di discussione del prossimo Consiglio dei ministri, inizialmente previsto per domani (lunedì 20 maggio n.d.r.) ma in realtà mai confermato da parte dei diretti interessati.

Giovanni Tria
Giovanni Tria

Economia, M5s e Lega bocciano il piano di riordino del ministro Tria

Al centro della discussione la nomina del prossimo capo della Ragioneria di Stato. Sia Lega che M5s chiedono di slegare la riorganizzazione interna dalla scelta di questo ruolo. Attesa, quindi, per il prossimo Consiglio dei ministri che dovrebbe prendere una decisione sulla questione.

La nomina del nuovo numero uno della Ragioneria di Stato dovrebbe arrivare nel giro di poche ore. Attualmente alla guida c’è Alessandra Dal Verme ma al suo posto il favorito sembra essere Biagio Mazzotta. Naturalmente sono tutte indiscrezioni che dovranno essere confermate nelle prossime ore.

Oltre alla scelta del nuovo capo della Rgs, il ministero dell’Economia e delle Finanze è al lavoro per creare ex novo tre direzioni: Europa, Rapporti con gli Investitori e affari legali. E’ previsto anche il restyling della Direzione per la Valorizzazione del Patrimonio pubblico. Insomma il MEF nelle prossime settimane dovrebbe rinnovare molti dei suoi direttivi. La discussione ora si sposta nel prossimo Consiglio dei Ministri dove si cercherà di definire gli ultimi dettagli di questo piano di riordino.

ultimo aggiornamento: 20-05-2019

X