Edicola Milan 20 febbraio, le prime pagine dei quotidiani sportivi

LA GAZZETTA DELLO SPORT
La “rosea” dedica l’apertura al successo ottenuto ieri sera dai rossoneri: “Milan che notte da Deu”. A pagina 2 inizia l’analisi: “La Fiorentina fa la partita ma il Diavolo è più cinico. Prima magia di Deulofeu”. Sebastiano Vernazza racconta: “I rossoneri restano agganciati al treno per le coppe, ma non entusiasmano. La squadra di Sousa domina nel secondo tempo ma senza essere pericolosa: Donnarumma non deve fare miracoli”. Nella pagina seguente il focus va sul match winner: “Gerard va velocissimo. Non sente il peso della 7 e scrive già il suo futuro”. Per Alessandra Bocci: “L’ultimo arrivato ha il numero di Sheva e cerca la conferma in rossonero: «Dimostriamo spirito di sacrificio, il lavoro paga»”. In taglio basso leggiamo: “Ultima a San Siro prima del closing, ma Silvio non c’è”. A pagina 5 spazio alle pagelle, con Deulofeu mvp rossonero (voto 7): “Minuto 31, vede spazio e paga il biglietto del cinema a tutto lo stadio: destro nell’angolo, un bello spettacolo. Per il resto è… normale, lascia crossare Chiesa nell’azione dell’1-1 e spreca un’occasione quando Sanchez salta a vuoto, aprendogli la strada verso la porta. Alla fine, però, decide lui”. Chiusura, pagina 6, con le parole del Mister: “Montella vince di testa sua «Un successo che dà orgoglio»”.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

CORRIERE DELLO SPORT
A pagina 2 del quotidiano romano si legge: “Deulofeu l’Euro-star ce l’ha il Milan”. Antonio Barillà analizza la partita: “Botta e risposta Kucka-Kalinic. Ma la sfida per rimanere sul treno delle migliori la decide il primo gol dello spagnolo”. Nella pagina seguente sono le dichiarazioni del Mister in primo piano: “«Dedicata al nostro presidente. Berlusconi qui ha fatto la storia. Il calcio mondiale gli deve molto»”. Anche per il Corriere dello Sport il migliore è Deulofeu (7): “Gol eccezionale, di grande classe, quello del 2-1. Il primo in maglia rossonera. Il catalano è da tenere. Con Suso e Bonaventura potrebbe fare grandi cose in un tridente «light» d’attacco”.

TUTTOSPORT
“EuroMilan: ci pensa Deulofeu”. È questo il richiamo in taglio medio su Tuttosport. Ci spostiamo a pagina 13, dove troviamo: “Milan, come brilla il gioiello Deulofeu”. Per Federico Masini: “La Fiorentina dice addio alla corsa verso l’Europa mentre i rossoneri continuano a crederci. Una vittoria in casa mancava dall’8 gennaio”. Nell’articolo vengono riportate le parole del numero 7 rossonero: “«Un successo da dedicare al presidente, ma anche a noi stessi. Bacca? Lavora tanto»”. Di spalla leggiamo: “A San Siro la solitudine di Galliani”. Chiudono, in taglio basso, le pagelle, dove il migliore risulta Deulofeu (7): “Dopo le magie da assist man, ecco il Deulofeu goleador: rete bellissima”.

CORRIERE DELLA SERA
A pagina 35 si apre il capitolo rossonero: “Il Milan elimina la Fiorentina nello spareggio verso l’Europa”. Per Alessandro Bocci è stata una “Vittoria senza brillare, Berlusconi diserta l’ultima a San Siro prima del closing”. In taglio basso la parola passa a Montella: “«Bacca? A me è piaciuto. Dedichiamo questo successo a un grande presidente»”. Di spalla si chiude con le pagelle, dove Deulofeu domina con voto 7: “Dopo l’assist di Bologna, il primo gol in A (un tiro a giro di pregevole fattura) al decimo tiro. Spreca il secondo per un eccesso di generosità”.

LA REPUBBLICA
“Montella si arrangia e respinge la Fiorentina”. Così, a pagina 40 de La Repubblica. Enrico Currò scrive: “Kucka e Deulofeu si sostituiscono a Bacca, che rifiuta un’offerta dalla Cina. Ai viola non basta il gol di Kalinic”. Di spalla, chiusura dedicata alle pagelle, con Deulofeu migliore (7): “Festeggia il primo gol rossonero con un’azione travolgente”.

IL GIORNALE
A pagina 27 leggiamo: “Milan, Europa a tiro con Deulofeu”. Sul quotidiano di Milano ci sono 4 giocatori che si portano a casa la palma di mvp (con 6,5): sono Donnarumma, Sosa, Suso e Deulofeu.

Fonte: acmilan.com

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 20-02-2017


Bonaventura: “Le altre squadre vincono e fanno punti, noi dobbiamo fare lo stesso”

Storia rossonera, oggi Silvio Berlusconi salvava il Milan