Un edificio a sei piani è crollato in Kenya. Le prime informazioni parlano di diversi feriti ma nessuna vittima. In fiamme un palazzo in Slovacchia.

NAIROBI (KENYA) – Un edificio di sei piani è crollato in Kenya nella giornata di venerdì 6 dicembre 2019. La tragedia è avvenuta nella periferia orientale di Nairobi con i soccorritori che si sono messi subito al lavoro per trovare i dispersi. Il bilancio rischia di essere molto grave anche se fino a questo momento non è stata comunicata la presenza di vittime.

Tanta paura per tutte le persone residenti in quell’edificio che si sono visti travolti dal palazzo. Uno dei testimoni ha parlato almeno di 10 persone trasportate in gravi condizioni in ospedale ma anche in questo cas non ci sono conferme ufficiali.

Palazzo in fiamme in Slovacchia: 5 morti

Poche ore dopo la tragedia in Kenya, un palazzo ha preso fuoco in Slovacchia. L’incendio è divampato a Presov con gli inquilini che sono rimasti intrappolati dalle fiamme. Molte persone si sono recate sul tetto per scappare dalla furia del rogo che continua a bruciare l’intera struttura.

Il primo bilancio parla di cinque morti ma il numero rischia di aumentare nelle prossime ore visto che la polizia ha parlato di una situazione ‘molto grave’.

SH_ambulanza
SH_ambulanza

In azione i soccorsi

I soccorritori sono al lavoro per portare in salvo le ultime persone rimaste intrappolate e cercare di circoscrivere l’incendio. Secondo le prime informazioni riportate dai media locali, il rogo potrebbe essere stato causato da una fuga di gas.

Nelle prossime ore saranno fatti tutti gli accertamenti del caso. Al momento i vigili del fuoco sono impegnati nelle operazioni di spegnimento del fuoco. E’ una vera e propria corsa contro il tempo visto che il palazzo è a rischio crollo. Per questo motivo è stata ordinata l’evacuazione di tutta la zona con i residenti trasferiti in una scuola vicina.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca incendio kenya Slovacchia

ultimo aggiornamento: 06-12-2019


E’ morto Mario Sossi, il magistrato sequestrato dalle Brigate Rosse

“Sei un terrone”, maestra sospesa nel Varesotto