Cambia il metodo di valutazione alle elementari: stop ai voti, dal prossimo anno tornano i giudizi. L’emendamento passa in commissione.

Cambia il metro di giudizio alle scuole elementari. Dal prossimo anno accademico si tornerà ai giudizi, che prenderanno il posto dei voti numerici.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Stop ai voti alle scuole elementari: dal prossimo anno tornano i giudizi

Il cambiamento è previsto dall’emendamento presentato da Verducci, Iori e Rampi, approvato in Commissione Cultura e Istruzione. Lo scopo è quello di tutelare i bambini e di non appiattire il sistema di valutazione a numeri freddi che difficilmente possono essere compresi e apprezzati da studenti così giovani che muovono i primi passi nel mondo della scuola.

I giudizi scritti non numerici dovranno ovviamente essere sintetici ma dovranno rendere evidenti le sfumature che evidentemente distinguono i bambini.

Il sistema inoltre evita contraccolpi psicologici legati a un brutto voto.

Iori, “Emendamento prevede che nella scuola primaria i bambini non possano essere considerati dei numeri”

L’emendamento prevede che nella scuola primaria i bambini non possano essere considerati dei numeri. Dare un 4 può essere un macigno pesante da comprendere mentre una valutazione più complessiva prende in considerazione le caratteristiche del bambino. Ovviamente vanno trovate le parole adeguate e la valutazione va fatta in termini di giudizio sintetico“, ha dichiarato la senatrice Iori ai microfoni dell’Ansa.

Accordo sul concorso per i precari

La maggioranza di governo ha confermato l’accordo sul concorso straordinario per i precari.

La prova scritta si svolgerà durante l’anno scolastico 2021-2022. Si tratta di quesiti a risposta aperta.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-05-2020


‘Se l’Italia è a basso rischio 3 giugno si riparte’. Resta il nodo Lombardia

Minacce e insulti, anche la Azzolina sotto scorta