Elezioni 2018, il Viminale avverte: “Bisogna abbassare i toni”

Elezioni 2018, Marco Minniti: “Le elezioni devono essere garantite rispettando il principio di libertà e di sicurezza”.

Elezioni 2018 – Non sono passate inosservate al Viminale le tante manifestazioni di violenza che si sono verificate in Italia nelle ultime settimane, e l’impressione diffusa è che la campagna elettorale non stia contribuendo a normalizzare la situazione, anzi.

Il ministro Marco Minniti, condannando quanto accaduto a Torino in occasione dell’arrivo in città del candidato premier di Casa Pound Simone Di Stefano, ha negato la possibilità di una degenerazione violenta di queste manifestazioni.

Manifestanti Torino
Fonte foto: https://www.facebook.com/roberto.mandolini.5?hc_ref=ARTA2xqsvbwVxV1W4RG2Lrh7BL94A3EPzpiyXGyGGnkxyFzx_shoihaJjCVNwuKDDiI&fref=nf

Minniti: “Siamo in condizione di affrontare la campagna elettorale”

Intervenuto in diretta Facebook, Minniti ha espresso piena fiducia nelle forze dell’ordine: “Abbiamo una capacità e una forza della nostra democrazia che ci consente di poter dire, con una certa serenità, che siamo in condizione di affrontare la campagna elettorale, che è il cuore della democrazia. E come tale le elezioni devono essere garantite rispettando il principio di libertà e di sicurezza.

Noi dobbiamo esprimere un grande apprezzamento alle forze di polizia, alle donne e agli uomini delle forze di polizia, che in questi giorni con un impegno straordinario stanno garantendo la libertà di tutti“.

Scontri a Pisa
Gli scontri a Pisa durante il comizio di Salvini

Minniti ha poi parlato dei fatti di Macerata e il rischio di rappresaglie a sfondo razziale contro i cittadini stranieri residenti in Italia o contro gli immigrati: “In Italia non c’è alcun posto né per le rappresaglie né per l’odio razziale. Lo dico da ministro dell’Interno, con la convinzione di chi non sottovaluta nulla, di chi presta la massima attenzione“.

ultimo aggiornamento: 25-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X