Quali sono le proposte dei partiti candidati alle elezioni 2022 per cercare di contenere la situazione di crisi?

In occasione delle elezioni 2022, che si terranno a breve, il 25 settembre, tutti i partiti stanno dedicando uno spazio agli aumenti in busta paga per i lavoratori, per aiutare gli italiani in questo difficile periodo di crisi.

A causa della situazione di pandemia da Covid-19 e dopo il recente conflitto tra Russia e Ucraina, i Paesi a livello globale stanno assistendo ad un aumento dei prezzi, che ha colpito ogni settore. Da quello energetico a quello alimentare: aumentano i costi di produzione, le importazioni ed esportazioni sono limitate. Il prezzo del carburante ha toccato il massimo storico e le bollette infliggono pesanti stangate a famiglie e imprese.

Elezioni

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Partito Democratico

Il Partito Democratico nella sua campagna ha parlato di riconoscere una mensilità in più ai lavoratori. Si tratterebbe nella fattispecie di una sorta di tredicesima aggiuntiva. Come aveva già precedentemente proposto il governo Draghi, l’obbiettivo del Centrosinistra è quello di garantire una mensilità in più ai lavoratori.

Le proposte del Centrodestra per le elezioni 2022

Il Centrodestra nella sua campagna parla di Flat Tax, nel tentativo di ridurre la pressione fiscale e garantire ai lavoratori maggiore liquidità spendibile.

Fratelli d’Italia

Fratelli d’Italia, con leader Giorgia Meloni, si prefigge lo scopo di ridurre il cuneo fiscale attraverso la Flat Tax. Si tratta nella fattispecie di attuare un sistema fiscale che premia le aziende che assumono e creano posti di lavoro. Proposta anche la divisione della busta paga in due volte. In questo modo i lavoratori percepirebbero lo stipendio ogni due settimane.

Lega e Forza Italia

Stessa proposta avanzata da Lega e Forza Italia: aumentare gli stipendi attraverso la Flat Tax. Berlusconi ha proposto di stabilire la soglia di 1.000 euro per i contratti di apprendistato, e l’aumento di un terzo dello stipendio per le forze dell’ordine.

Il problema sta nel fatto che un provvedimento del genere non sarebbe sostenibile per le casse dello Stato, e contribuirebbe ad alimentare il debito pubblico che andrà a gravare successivamente ai giovani di oggi.

M5s

Conte ha proposto l’aumento dello stipendio degli insegnanti e il taglio del cuneo fiscale. Proposto anche il salario minimo, che dovrebbe essere di 9 euro all’ora. Conte ha anche proposto la riduzione delle ore di lavoro mantenendo lo stesso stipendio.

Terzo Polo

Propongono l’aumento dello stipendio anche Azione e Italia Viva. La proposta è quella di migliorare le condizioni salariali generali, per permettere alle imprese di recuperare il 50% di una mensilità in più per il 2022 e il 2023.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-09-2022


Visti per i russi: l’Italia rende difficoltoso l’accesso per i lasciapassare

Emergenza bollette: il piano di Cingolani sul risparmio energetico