Elezioni amministrative: ballottaggio a Genova, Orlando vince a Palermo. Male il M5S

Il voto alle elezioni amministrative taglia fuori il M5S dai ballottaggi: a Genova, L’Aquila e Catanzaro duello tra centro-destra e centro-sinistra. Pizzarotti in testa col 37%, Orlando vince al primo turno.

Le urne per le elezioni amministrative 2017 si sono chiude alle 23 di ieri sera e hanno visto una partecipazione del 60,07% degli aventi diritto, in calo di oltre sei punti rispetto al 2012. Al voto, per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali di 1.004 città, circa 9 milioni di italiani. Le sfide più importanti tra i 25 capoluoghi chiamati alle elezioni erano chiaramente quelle di Genova e Palermo.

Ballottaggio a Genova, Orlando confermato a Palermo

Nella città di Beppe Grillo, tra due settimane si tornerà al voto e la sfida vedrà opposto Marco Bucci (centrodestra) col 38,7% a Giovanni Crivello (centrosinistra) col 33,4%. Il grillino Pirondini non va oltre il 18,2%. Nel capoluogo siciliano, l’uscente Leoluca Orlando viene riconfermato già al primo turno: a Palermo, la legge elettorale prevede la vittoria con il 40% e il sindaco uscente passa 45,7%.

Le altre province

Negli altri due capoluoghi di regione in cui si sono effettuate le elezioni, si andrà al ballottaggio: a Catanzaro in testa Abramo (centrodestra) col 39,1%, a L’Aquila Di Benedetto (centrosinistra) col 46,5%, entrambi uscenti. Vittoria al primo turno per il centrodestra a Frosinone con Nicola Ottaviani (54,8%) mentre il centrosinistra si aggiudica Cuneo con Federico Borgna (60,5%). A Parma c’era molta attesa per il risultato del sindaco uscente e ex grillino Pizzarotti: col 34,77% l’ex membro del M5S va al ballottaggio contro Paolo Scarpa (centrosinistra) al 32,71%. Ecco gli altri capoluoghi al ballottaggio con il candidato in testa dopo il primo turno delle elezioni: centrodestra avanti a Verona, Padova, Monza, Piacenza, Lecce, La Spezia, Como, Asti, Rieti e Oristano; centrosinistra in testa a Alessandria, Pistoia, Lucca e Lodi. A Belluno, Trapani e Taranto (oltre a Parma) in vantaggio candidanti “indipendenti”. Manca il dato di Gorizia.

ultimo aggiornamento: 12-06-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X