In Veneto non sono state ammesse le liste di Fora Nuova, il partito neofascista.

Il partito neofascista è stato escluso dalla Corte d’Appello per mancanza di firme in Veneto. Ma questa decisione potrebbe estendersi a tutta Italia. Forza Nuova ha annunciato di aver «presentato liste in tutta Italia, a dimostrazione del fatto che il movimento non è stato sciolto, è vivo e riparte al contrattacco». Ma subito dopo è arrivata decisione della Corte d’Appello di Venezia di non ammettere le liste presentate nella regione dal partito di Roberto Fiore. La Corte ha deciso così di escludere Forza Nuova dalla corsa elettorale.

Anche altre Corti d’Appello potrebbero decidere in questo senso con un effetto domino su tutta l’Italia. Il motivo è la mancanza di liste. Il partito neofascista infatti non presentava i requisiti minimi per legge: c’era bisogno di raccogliere 36mila firme. Ma Forza Nuova non è riuscita a raccogliere le firme necessarie e tentando di aggirare l’ostacolo ha deciso di inserire nel suo simbolo elettorale presentato al Viminale la sigla Apf. La sigla, Alliance for Peace and Freedom, unisce tutti i partiti neofascisti e nazional-rivoluzionari europei.

Tribunale Corte Costituzionale
Tribunale

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Forza Nuova promette di presentare ricorso

Ma per la Corte d’Appello di Venezia questa unione non è valida. Arriva la protesta dalle file di Forza Nuova veneta. Luca Leardini, segretario regionale di Forza Nuova in Veneto, non ci sta, e annuncia ricorsi: «Vogliamo vedere se tutte le Corti d’Appello daranno la stessa interpretazione». Anche il coordinatore del partito neofascista del Nord Italia Luca Castellini ha dichiarato “Presenteremo ricorso”.

Lo stesso Roberto Fiore si è rivoltato contro la decisione. “Il sistema si è mosso in modo banditesco, organizzando, per la prima volta nella storia, delle elezioni estive con tanto di raccolta firme a Ferragosto, quindi rubando il tempo minimo ad un’ipotesi di coalizione tra forze anti-sistema”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-08-2022


Meloni: “Penso di poter guidare un governo”

Confronto tv Letta-Meloni bocciato: viola la par condicio