Secondo la simulazione, “Il cosiddetto ‘terzo Polo’ potrebbe cambiare gli equilibri di molti collegi uninominali”.

Secondo una simulazione di Youtrend, un portale italiano che racconta le tendenze del nostro tempo, le elezioni del 2022 potrebbero togliere voti al centro destra se arrivassero al 10% dei consensi. Nella fattispecie, secondo la simulazione, “il cosiddetto ‘terzo Polo’ formato da Azione di Carlo Calenda e da Italia Viva di Matteo Renzi potrebbe cambiare gli equilibri di molti collegi uninominali”. Si tratta di una nuova simulazione dei collegi uninominali del Rosatellum.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La Camera

Secondo quando emerso dalla simulazione, alla Camera saranno 14 i collegi uninominali, dove ad oggi il vantaggio del centrodestra è inferiore rispetto a quello del centrosinistra, rispetto alla percentuale di cui è accreditato il terzo polo.

Senato

Sono concentrati principalmente nelle grandi città italiane come Roma, Milano, Torino e Genova e in Toscana. All’interno di questi collegi, la spaccatura fra il centrosinistra e il ticket Calenda-Renzi “porterebbe acqua al mulino del centrodestra”.

Il Senato

Al Senato i collegi uninominali sono invece più grandi. Proprio per questo motivo, la situazione risulta più diversificata. Sono soltanto cinque i collegi in cui il terzo polo sarebbe determinante. Questi ultimi si trovano a Roma, in Toscana e in Emilia-Romagna.

I 114 collegi attuali sono costituiti “con una chiara tendenza favorevole al centrodestra alla Camera e 57 al Senato”. Nonostante ciò, fino a 14 seggi alla Camera e 8 al Senato potrebbero tornare in gioco nel caso in cui il ticket Calenda-Renzi dovesse crescere fino al 10% dei consensi. Ciò permetterebbe di sottrarre 4 punti ai partiti guidati da Meloni, Salvini e Berlusconi. In questo modo, verrebbero messi in discussione altri collegi del Mezzogiorno.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-08-2022


Mostro di Firenze, parla l’avvocato dei familiari delle vittime

Covid, sul tavolo quarantena light e Ffp2