Il ministro degli Esteri non ha superato lo zero e non entrerà in Parlamento.

Luigi Di Maio è stato sconfitto nel collegio uninominale della Camera di Napoli Fuorigrotta sorpassato ampiamente da Sergio Costa ex ministro del Movimento 5 stelle. Con il suo Impegno Civico non entrerà nel prossimo Parlamento. Costa supera il 40% mentre Di Maio si è fermato a 24% vicino alla candidata di centrodestra mentre stacca di molto la ministra per il Sud Carfagna.

Il ministro degli Esteri e ex capo politico del M5S è stato sconfitto proprio dal suo ex partito e non farà parte della prossima legislatura. La sua lista parte della coalizione di centrosinistra inoltre non entrerà in Parlamento perché non ha superato la soglia di sbarramento del 3%. Il partito di Di Maio infatti si è fermato poco sopra lo zero. I suoi voti non si sommeranno nemmeno a quelli del resto della coalizione.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il ministro Di Maio non entrerà nel prossimo Parlamento

Solo quattro anni fa il ministro Di Maio aveva conquistato il collegio di Acerra con oltre il 60% di voti. Il consenso e la popolarità dell’ex capo politico del M5S è visibilmente calata anche nella sua regione dove nonostante la scissione dal M5S sembrava che godesse ancora di molta popolarità e potesse vincere nel suo collegio di Napoli. Il risultato è stato una sorpresa in negativo e in generale un risultato molto deludente per il ministro degli Esteri. Ma la sua carriera politica sembra concludersi quando consegnerà il testimone al prossimo ministro alla Farnesina.

La campagna elettorale di Di Maio era stata molto dimessa e solo nell’ultima settimana aveva fatto un tour a Napoli e nel collegio in cui era candidato e aveva fatto parlare di sé per un momento molto surreale per un ministro degli Esteri: Di Maio si era cimentato nella scena di ballo del film Dirty Dancing. Ed era stato per questo molto criticato.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Speciale Governo

ultimo aggiornamento: 26-09-2022


Elezioni, seconda proiezione Opinio Italia: si consolida il vantaggio del Centrodestra

Il fallimento della Lega: sotto il 10%