Elezioni in autunno, il PD dice sì. Berlusconi e Alfano non ci stanno

Elezioni in autunno, il PD dice sì. Berlusconi e Alfano non ci stanno

Gentiloni sulla Legge Elettorale: “Il governo vorrebbe un’intesa e soprattutto vuole mantenere gli impegni”

Elezioni in autunno sì o no? Continua la polemica tra i vari partiti politici sulle prossime votazioni. Il Partito Democratico ha proposto di votare lo scioglimento delle camere anche senza Legge Elettorale. “Ribadisco – dice il premier Paolo Gentiloni in un incontro stampa con il primo ministro canadese Justin Trudeau – la nostra intenzione di trovare un accordo sulla Legge Elettorale ma non abbiamo un ruolo da protagonisti. Confermo che il governo intende mantenere gli impegni presi“.

Alfano non ci sta: “Prima la Legge Elettorale poi le elezioni”

Dura la reazione del ministro degli Esteri Angelino Alfano: “In questo momento – dichiara a margine di una conferenza stampa alla Farnesina – non si vota per la legge elettorale ma per lo scioglimento delle Camere. Io non capisco questa impazienza del PD di portare l’Italia al voto prima in piena legge di stabilità“. “Mi rivolgo – continua – al Partito Democratico prima della loro Direzione: pensino all’Italia e al danno che questa impazienza di rientrare al Palazzo può fare all’economia“.

Berlusconi: “Fosse per me porterei lo sbarramento all’8%”

Silvio Berlusconi commenta alcune voci che non lo vedevano in disaccordo con lo sbarramento al 5%: “E’ il contrario – dice il Cavaliere – fosse per me lo porterei all’8%“.

ultimo aggiornamento: 30-05-2017

X