Elezioni in Canada, sorride a metà Justin Trudeau. Il premier uscente trionfa ma non ha la maggioranza assoluta. Serve l’accordo con Sikh Singh.

MONTREAL (CANADA) – Le elezioni in Canada premiano in parte il premier uscente Justin Trudeau. Il leader dei liberali ha conquistato il successo con 155 seggi su 338 ma non c’è la maggioranza assoluta. I 22 scranni in meno di quattro anni fa costringe il primo ministro ad allearsi con i Nuovi Democratici che in queste elezioni si sono aggiudicati 25 seggi. Un flop anche per loro visto che in precedenza ne avevano 39.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Trudeau vince in Canada ma la maggioranza rischia di essere ‘risicata’

Il governo canadese, anche in caso di accordo, molto probabilmente resta appeso ad un filo. Sono 180 i seggi occupati tra liberali e democratici, dieci in più della maggioranza assoluta. Un numero che non lascia assolutamente tranquillo Trudeau che in caso di un nuovo fallimento rischia di dover abbandonare definitivamente la carica di primo ministro.

Ma prima di iniziare a lavorare c’è bisogno di un accordo tra i due partiti. I contatti sono iniziati subito dopo le prime proiezioni e si deciderà nei prossimi giorni le mosse da fare per dare vita a questo governo di maggioranza formato da liberali e democratici con l’ombra del ritorno alle urne sempre viva.

Justin Trudeau
fonte foto https://twitter.com/JustinTrudeau

Gli altri partiti

Rispetto alla previsioni sono state elezioni flop per quasi tutti i partiti più grandi. I conservatori sono riusciti a conquistare 17 seggi in più (121) rispetto a quattro anni fa ma non hanno rispettato le aspettative della vigilia. Lo stesso vale anche per i verdi che hanno conquistato solo 32 scranni.

Il voto, invece, ha sorriso agli indipendentisti che hanno triplicato la loro presenza in Parlamento. 32 seggi per il partito che non si è mai definito sovranista ma nazionalista anche se si oppone al multiculturalismo e alla politica dell’accoglienza.

fonte foto copertina https://twitter.com/JustinTrudeau

ultimo aggiornamento: 22-10-2019


Israele, Netanyahu rinuncia all’incarico di Governo. Ora tocca a Gantz?

Giappone, Nahurito è il nuovo imperatore: succede al padre Akihito