Le elezioni regionali vedono l’affermazione del centrodestra in Lombardia con Attilio Fontana e del Pd in Lazio con Nicola Zingaretti.

ORE 8.30 – Aggiornamento dal Viminale sulle regionali: in Lombardia, quando mancano solo una dozzina di sezioni, Fontana è sempre in testa con il 49,74% mentre Gori è al 29,09%; in Lazio (meno di una cinquantina di sezioni al termine dello spoglio), Zingaretti conduce su Parisi con il 33,08% mentre lo sfidante di centrodestra è attestato al 31,29%

Lo scrutinio non è terminato ma i dati parziali non lasciano dubbi sull’esito delle elezioni regionali che si sono tenuti in Lombardia e Lazio.

L’erede di Maroni

La consultazione nella principale regione italiana ha visto la sfida tra Attilio Fontana, candidato del centrodestra, e Giorgio Gori, candidato del centrosinistra. Quando lo spoglio è arrivato al 64%, nettissimo il vantaggio dell’ex sindaco leghista di Varese, il quale conquista il 53,23% dei suffragi.

Il sindaco di Bergamo si ferma invece al 26,59%. Terza piazza per il grillino Dario Violi che rimane sotto quota 17%. Fontana succede così a Roberto Maroni alla guida del “Pirellone”: l’ex ministro dell’Interno, alle regionali del 2013, aveva ottenuto il 42,8%.

Mandato-bis

Il Partito Democratico si rifà nel Lazio, dove le elezioni regionali premiano Nicola Zingaretti, governatore uscente. Dopo più di due terzi delle sezioni scrutinate, il 52enne conduce con quasi il 34% dei voti. Stefano Parisi, già candidato a sindaco di Milano per il centrodestra, è staccato al 30,39%.

I Cinque Stelle arrivano terzi con il 26,89% di Roberta Lombardi. Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, prende il 4,65%. Zingaretti, nel 2013, aveva ottenuto oltre il 40%.

È stata una rimonta straordinaria e bellissima, la differenza tra il voto politico e quello regionale oscilla tra 250 e 300 mila voti. Nel centrosinistra è tempo di rigenerazione, in questi tempo difficili difenderemo la Costituzione“: con queste parole Nicola Zingaretti ha ringraziato i suoi elettori parlando dal suo comitato elettorale in piazza di Pietra, Roma.

Una vittoria che certamente riempie d’orgoglio il governatore della Regione, soprattutto alla luce dei risultati (deludenti) ottenuti dal suo partito alle politiche.

Questo il video diffuso da Nicola Zingaretti a pochi giorni dal voto:

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Elezioni politiche 2018, i risultati dei vip: da Galliani a Sgarbi passando per Lotito

Elezioni 2018, troppa distanza tra Lega e M5s: ora che si fa?