Il 4 novembre 1952 Dwight Eisenhower vince le elezioni presidenziali. L’ex generale straccia lo sfidante democratico Stevenson: 442 a 89 Grandi elettori.

Dwight Eisenhower è stato il candidato che ha riportato l’Elefantino alla Casa Bianca dopo 20 anni.

Eisenhower, dalla guerra alla Casa Bianca

Ike, come era soprannominato, aveva avuto una straordinaria carriera militare. Comandante in capo delle forze Alleate prima nel teatro del Mediterraneo nel 1942-1943 e quindi dal 1944 in Europa, dimostrò capacità militari e politico-diplomatiche, svolgendo un ruolo fondamentale di direzione e coordinamento degli eserciti alleati impegnati contro il Terzo Reich.
Per la sua competenza strategica gli furono tributati grandi onori. Nel periodo 1951-52 fu il Comandante supremo della NATO (Supreme Headquarters Allied Powers Europe).

Le elezioni, sconfitto Stevenson

Così, il Partito Repubblicano lo scelse come candidato per le elezioni politiche alla presidenza degli Stati Uniti del 1952. I Dem – su proposta del presidente Truman – puntarono su Adlai Stevenson, Governatore dell’Illinois dal 1948. Le elezioni presidenziali si svolsero il 4 novembre. Lo scontro elettorale si risolse con una nettissima vittoria a favore dell’ex generale: Eisenhower ottenne 442 voti dei Grandi Elettori contro appena 89 del democratico, quale risultante del 55,2% dei voti (oltre 34 milioni) su scala nazionale. A Stevenson andarono appena nove Stati, quasi tutti del Sud.

https://www.youtube.com/watch?v=gCfyGIATTVQ&ab_channel=Biography

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Il Governo accelera sulle misure anti-Covid. Speranza: “Possibile stretta su orari movida”

Aumentano i casi di coronavirus in Parlamento, l’opposizione chiede di fermare i lavori alla Camera. Slitta ddl Zan.