Emergenza abitativa, Raggi: “Usare le caserme per dare alloggio a chi è in lista d’attesa”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

La sindaca ha presentato le proprie proposte al ministro dell’Interno, Marco Minniti, nel vertice sull’accoglienza tenuto questa mattina al Viminale.

Virginia Raggi si muove in prima persona per cercare di risolvere l’emergenza abitativa che affligge Roma da diversi anni. Un’emergenza esplosa, anche mediaticamente, dopo lo sgombero di un palazzo di via Curtatone la scorsa settimana. In un vertice con il ministro dell’Interno, Marco Minniti, al Viminale, la sindaca ha presentato alcune proposte, tra le quali l’utilizzo delle abitazioni vuote e delle caserme per dare un alloggio a chi è in lista d’attesa. Al termine del confronto, la Raggi ha dichiarato, come riportato dal Corriere della Sera: “Ho proposto sostanzialmente di rivedere l’intero sistema, che va dall’emergenza alloggiativa, all’accoglienza delle fragilità, al discorso dei rifigiati. Ho chiesto di mettere a disposizione le caserme, quelle che hanno gli alloggi di servizio e che quindi potrebbero essere riadattate. E poi anche le oltre 200mila case sfitte o invendute, per poter abbattere le liste d’attesa e riattivare il settore immobiliare, in grave crisi da parecchi anni“.

Vertice Raggi-Minniti

Come si evince dal comunicato diffuso al termine dell’incontro, il vertice si sarebbe svolto all’insegna della collaborazione. La Raggi e Minniti avrebbero deciso di intraprendere un percorso comune per risolvere il problema delle occupazioni, stabilendo delle priorità ma nel rispetto dei principi di legalità e umanità. Sul proprio profilo Facebook, la sindaca di Roma ha quindi aggiunto: “Il governo ha gli strumenti per riattivare il mercato. Lo faccia presto. L’attenzione dell’amministrazione capitolina è rivolta a tutte le fragilità: anziani non autosufficienti, donne con bambini e disabili, includendo progressivamente anche le nuove povertà. Non ci sarà alcuna corsia preferenziale per chi occupa abusivamente, ma l’offerta di sostegno a tutti coloro che ne hanno diritto: iscritti nelle liste di attesa per gli alloggi pubblici e persone con fragilità“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 01-09-2017

Mauro Abbate

Per favore attiva Java Script[ ? ]