Emergenza coronavirus, aumentano le richieste di assistenza alla Caritas.

L’emergenza coronavirus inizia a farsi sentire. Come prevedibile. La conferma arriva da quel 30% di domande in più arrivate alla Caritas, che si ritrova in prima linea nella lotta alla crisi economica e sociale.

Aumentano le richieste di assistenza alla Caritas

Nei grandi centri urbani si registra un aumento del 30% di richieste alla Caritas. Indice del fatto che le iniziative del governo potrebbero non essere sufficienti a fronteggiare la crisi economica e sociale che ha investito l’Italia.

E ad appellarsi alla Caritas sono anche gli insospettabili, persone che mai avrebbero immaginato di dover chiedere un aiuto per mangiare.

Le tensioni sociali: i rischi dell’emergenza coronavirus

Tra la popolazione italiana inizia a serpeggiare un senso di malessere, un malumore, una forte frustrazione, Campanelli d’allarme che lasciano presagire una crisi sociale. Le prime avvisaglie arrivano da Napoli, dove si registrano diversi furti di carrelli della spesa.

La situazione è particolarmente delicata al Sud, dove si temono addirittura rivolte e tensioni sociali.

L’Italia del lavoro nero e dei precari

L’Italia dei lavoratori in nero e dei precari accusa il contraccolpo dell’emergenza coronavirus e si appella alla solidità del settore terziario, dell’assistenza, della beneficenza.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Lo Stromboli è tornato in azione, la colata di lava ha raggiunto il mare

Emergenza coronavirus, Arcuri: “L’Italia ha acquistato 300 milioni di mascherine”