Da Chikungunya a Zika passando ovviamente e inevitabilmente per il Covid-19: le emergenze monitorate dall’Oms – Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità – Oms – monitora le emergenze sanitarie in corso. La diffusione del Covid ovviamente è l’allerta principale, mentre la diffusione dell’Ebola inizia a preoccupare e richiede un intervento tempestivo delle autorità sanitarie per evitare una larga diffusione del virus. Ma le emergenze sotto osservazione sono tante. Alcune note, altre decisamente meno ma non per questo meno pericolose, almeno potenzialmente. Andiamo a vedere allora quali sono le emergenze attualmente monitorate dall’Oms.

Covid 19 ma non solo: le emergenze sanitarie monitorate dall’Om

Con il Covid-19 incluso nella lista, sono venti le emergenze sanitarie monitorate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in questo momento. Alcune sono emergenze solo potenziali in quanto la diffusione del virus è limitata nel tempo e nello spazio. Altre sono emergenze che richiedono una certa attenzione per prevenire un’esplosione di contagi che potrebbe trasformarsi in una pandemia peggiore di quella legata alla diffusione del nuovo coronavirus.

Chikungunya
Colera
Febbre emorragica del Congo-Crimea
Ebola
Hendra
Influenza
Lassa
Marburg
Meningite
MERS-CoV
Monkeypox (Vaiolo delle scimmie)
Nipah
Nuovo coronavirus (2019-nCoV)
Peste
Febbre della Rift Valley
SARS
Smallpox (vaiolo)
Tularemia
Febbre gialla
Zika

Per la lista completa e la descrizione dettagliata consultare il sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità alla sezione dedicata.

Oms, Organizzazione mondiale della sanità
OMS

Le nuove pandemie

L’attività di monitoraggio assume un’importanza fondamentale in quanto la diffusione di nuove pandemie è un’ipotesi altamente probabile. Alcuni parlano di una certezza e alcuni virus possono avere effetti più destanti di quelli del Covid-19, per quanto riguarda la mortalità.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 22-02-2021


Dramma a Firenze, ragazzo precipita dal 4 piano e muore

Chi era Luca Attanasio, l’ambasciatore italiano ucciso in Congo