Emmy 2019, Il Trono di Spade è la miglior serie drammatica, nella categoria commedia trionfa Fleabag.

Emmy 2019, HBO batte Netflix nella conta dei premi. La cerimonia di premiazione ha rispettato le previsioni degli esperti che avevano già individuato le serie che avrebbero dominato la serata. Anche se il monopolio di Fleabag forse se lo aspettavano in pochi.

Il trono di spade è la miglior serie drammatica

Arrivano conferme, e non poteva essere altrimenti, per il Trono di Spade, che per il quarto anno mette le mani sul premio come miglior serie di genere drammatico. Siamo di fronte a una serie televisiva in grado di entrare nell’immaginario collettivo, nella cultura di migliaia di giovani. La sua (ennesima) consacrazione era inevitabile.

Il Trono di Spade
Fonte foto copertina: facebook.com/gameofthrones

Categoria commedie, Fleabag la miglior serie televisiva. Phoebe Waller Bridge miglior attrice

Dicevamo che poteva risultare inatteso il grandissimo successo di Fleabag, che nella categoria commedie domina a mani basse e senza particolari dubbi. Phoebe Waller Bridge celebra il successo della serie che ha scritto aggiudicandosi anche il premio come miglior attrice.

Emmy 2019, HBO e Netflix: una sfida a colpi di serie tv

Alla fine della cerimonia era inevitabile un confronto tra HBO e Netflix le due grandi realtà che al momento monopolizzano il segmento ma che hanno un posto al sole conteso da diverse nuove realtà, destinate a diventare protagoniste. Prima o poi. Gli Emmy 2019 sanciscono il successo di HBO (32 premi totali ottenuti) su Netflix (27). Una sfida all’ultima serie che riaccende la concorrenza e potrebbe regalare nuove sorprese per gli utenti.

La lista di tutti i premi consegnati durante la cerimonia è disponibile sul sito ufficiale degli Emmy.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Emmy Awards esteri evidenza il trono di spade

ultimo aggiornamento: 23-09-2019


Proposta di matrimonio finisce in tragedia: uomo muore annegato in Tanzania

Al via il Climate Action Summit, Conte e Di Maio a New York