Enrico Letta verso la segreteria del Pd. L’ex premier prende tempo: “Partito nel cuore, ma ho bisogno di 48 ore per decidere”.

ROMA – Enrico Letta è uno dei candidati per la segreteria del Pd dopo le dimissioni di Nicola Zingaretti. Il profilo dell’ex premier è molto apprezzato al Nazareno, ma sono in corso tutte le riflessioni del caso. I dubbi saranno sciolti entro il weekend.

Enrico Letta sul Pd: “Ho il partito nel cuore, ma non ho ancora deciso”

Riflessioni in corso per Enrico Letta. “Sono grato per la quantità di messaggi di incoraggiamento che sto ricevendo – ha scritto su Twitter l’ex presidente del Consiglio – ho il Pd nel cuore e queste sollecitazioni toccano le corde più profonde. Ma questa inattesa accelerazione mi prende davvero alla sprovvista. Ho bisogno di 48 ore per riflettere e poi prendere una decisione“.

I candidati per il dopo Zingaretti

Enrico Letta è sicuramente uno dei principali favoriti per il dopo Zingaretti. Il suo profilo è molto apprezzato al Nazareno e, in caso di candidatura alla guida del Partito Democratico, la vittoria sembra essere certa. Non mancano comunque gli avversari e i dubbi saranno sciolti solamente nei prossimi giorni.

La data per l’elezione del nuovo segretario è quella del 14 marzo e all’interno del partito sono al lavoro per trovare una linea comune. Non sono escluse sorprese e, in molti, ipotizzano una scesa in campo di Debora Serracchiani e Stefano Bonaccini per il dopo Nicola Zingaretti.

Partito Democratico
fonte foto https://www.facebook.com/partitodemocratico

L’Assemblea Nazionale del Pd

L’Assemblea Nazionale del Pd è stata convocata per il 14 marzo. Una riunione che dovrà eleggere il nuovo segretario dopo il passo indietro da parte di Nicola Zingaretti. In molti nei giorni scorsi avevano ipotizzato un reggente, ma lo scenario più probabile resta quello di un nuovo leader per il prossimo biennio.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/partitodemocratico


Maria Elena Boschi in Procura: “Perseguitata da uno stalker”

Coronavirus, rinviata la decisione sulla stretta: si aspettano nuovi dati. Speranza: “Possibili restrizioni”