Dopo un colloquio tra Erdogan e Putin, è stato concordato il rifornimento gratuito di grano ai più bisognosi.

Il presidente turco Erdogan ha sottolineato che i tentativi dei paesi occidentali di insegnare le lezioni dell’umanità, ignorando la sofferenza delle persone in Africa, sono un peccato. Non condividendo i comportamenti europei, la Turchia in accordo con la Russia di Putin ha deciso di rifornire i Paesi più poveri gratuitamente dei beni alimentari.

Libia Putin Erdogan
Fonte foto: http://en.kremlin.ru/

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’iniziativa russa-turca

Venerdì il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato che la Turchia e la Russia hanno concordato di fornire gratuitamente prodotti alimentari ai Paesi bisognosi. Spiega che durante i colloqui con il presidente russo Putin, è stato approvato da entrambe le parti l’accordo, per cui “faremo in modo che le navi di grano sfuso raggiungano paesi che attualmente stanno soffrendo una grave crisi alimentare e carestia”.

L’iniziativa è stata discussa anche con il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres. Erdogan inoltre ha annunciato la sua intenzione di sollevare la questione dell’approvvigionamento alimentare dei paesi africani in occasione del prossimo vertice del G20 a Bali.

“I tentativi dei paesi occidentali di insegnare le lezioni dell’umanità, ignorando la sofferenza delle persone in Africa, sono un peccato”, dice il presidente turco. Allo stesso tempo, ha osservato che la Turchia non è sorpresa dalla mentalità e dal comportamento dell’Europa, ma non li accetta.

Se si ritira dall’accordo sul grano, la Russia sarà pronta a fornire grano ai paesi più poveri. Putin ha posto un’enfasi particolare sul fatto che l’accordo sul grano è stato effettuato con il pretesto di garantire gli interessi della sicurezza alimentare dei paesi più poveri, ma solo il 4% del grano è stato consegnato loro dal territorio dell’Ucraina. Ha anche assicurato che la Russia non avrebbe interferito con la fornitura di grano dall’Ucraina alla Turchia in futuro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-11-2022


Allarme smog, a Nuova Delhi chiudono scuole e fabbriche

Bollettino Covid, contagi 27 ottobre – 3 novembre