Erika Gamper è morta all’età di 58 anni. La fotografa è precipitata da un ponte per uno scatto del tramonto.

ROMA – Il mondo della fotografia piange Erika Gamper, morta all’età di 58 anni. Secondo quanto raccontato dal Corriere della Sera, nel pomeriggio di martedì 19 gennaio la donna era impegnata in una passeggiata sui sentieri che costeggiamo il fiume Plima quando un incidente gli è costato la vita. La professionista, per motivi ancora da accertare, è precipitata da un ponte mentre stava fotografando il tramonto.

Sono in corso le indagini per cercare di ricostruire meglio l’accaduto. Molto probabilmente si è trattato di un incidente, ma nelle prossime ore ci potrebbero essere importanti novità.

La dinamica dell’incidente

La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio degli inquirenti. La fotografa voleva immortalare suggestive immagini della Val Martello. In compagnia del suo cane e della sua macchina fotografica, la 58enne nel pomeriggio di mercoledì si era incamminata in uno dei sentieri che lei conosceva molto bene.

Nei pressi dell’Hotel Paradiso la professionista si è fermata per fotografare un tramonto. La forte nevicata, però, ha ingannato la donna. La 58enne, infatti, si è sporta eccessivamente da un ponte, convinta della sicurezza della ringhiera. Il volo è stato di una ventina di metri e l’impatto è stato fatale.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ambulanza
Ambulanza

L’allarme e le ricerche

L’allarme è stato dato dai familiari nella serata di martedì visto il suo mancato ritorno in casa. Le ricerche sono iniziate immediatamente. I carabinieri, dopo aver rinvenuto l’auto vicino al ponte, hanno dato delle indicazioni precise ai soccorritori.

Il corpo senza vita della fotografa è stato trovato sotto il ponte, mentre alla ringhiera era ancora legato il suo fedelissimo cane. Una tragedia che ha sconvolto l’intera zona dell’Alto Adige. La fotografa era molto conosciuta e il cordoglio al marito (ex giornalista Rai) e ai due figli è stato immediato.


Dpcm gennaio, tutte le deroghe alle restrizioni. Cosa si può fare

Vaccini Covid, Ue: “Dal 25 gennaio Pfizer consegnerà tutte le dosi previste”. Merkel apre allo Sputnik V