Esclusiva News Mondo – Crudeli: "Donnarumma ama il Milan e resterà per molti anni. Moggi dice che è più forte di Buffon"

Esclusiva News Mondo – Crudeli: “Donnarumma ama il Milan e resterà per molti anni. Moggi dice che è più forte di Buffon”

Tiziano Crudeli ha parlato a News Mondo di Donnarumma, Suso e dell’attacco del Milan

Tiziano Crudeli, volto noto delle tv italiane e sfegatato supporter rossonero, ha parlato in esclusiva alla redazione di News Mondo. Argomento principe di quest’intervista a 360 gradi sul momento del Milan guidato da Vincenzo Montella è il fenomeno Donnarumma. Oltre che del portiere del ‘Diavolo’ abbiamo sviscerato i temi tecnici legati all’attacco, e a Suso e Sosa, curiosa coppia di quasi omonimi che ha confezionato il gol del pareggio contro la Lazio all’Olimpico.

Crudeli, dopo il penalty assegnato alla Lazio per un tocco di Gomez su Immobile, Donnarumma ha mostrato con la sua grinta quanto tenga ai colori del Milan. Cosa ne pensa?

E’ proprio così, vi confermo che Donnarumma è profondamente legato ai colori rossoneri che ama, e penso che resterà il portiere del Milan per molti, molti anni ancora. Non ci sono dubbi che anche il club lo voglia blindare. Luciano Moggi, rispondendo ad una mia domanda se a 18 anni fosse più forte Buffon, mi ha detto che Donnarumma lo supera, perchè abbina al talento tecnico e fisico una grande maturità e serietà dentro e fuori dal campo“.

Arrigo Sacchi ha chiosato sostenendo che la Lazio ha pareggiato con le riserve del Milan. Mancavano all’Olimpico Romagnoli, Paletta, De Sciglio, Antonelli, Kucka, Bonaventura, Montolivo e Bacca non è entrato.

Anche qui sono d’accordo con Sacchi: è un dato di fatto. Che poi i giocatori assenti siano in grado di far fare al Milan un salto di qualità nei risultati, questo è ancora da dimostrare. I rossoneri hanno il problema dell’attacco che ha segnato solo 33 reti. Troppo poche per restare nelle prime posizioni della classifica. Il tema è come rifornire le punte e metterle nelle condizioni di poter tirare in porta“.

L’esperimento del ‘falso nueve Deulofeu’ e del trio leggero in avanti non è riuscito, complici le gambe pesanti dopo il match col Bologna. E’ così?

Suso è stato ancora una volta straordinario: ha pareggiato il match inventandosi con le sue doti tecniche una magia. Forse non ha tutti i torti Berlusconi che lo vorrebbe leggermente arretrato dietro le punte, per sprigionare da lì il suo potenziale che è notevole. Quando è entrato Lapadula si è vista una prima punta, un nove che ha cercato di fare movimento, ma non è bastato“.

Sosa può essere coi suoi lanci e con i suoi tocchi a centrocampo un elemento utile per migliorare il gioco del Milan?

Sì, senza dubbio è un giocatore che ha voglia di mettersi in mostra dopo un avvio difficile, ha esperienza e colpi. Il gol di Suso nasce proprio da un inserimento e da un tocco di Sosa per lui. Mi aspetto anche un contributo da Mati Fernandez per la mediana, dato che è stato richiesto proprio da Montella“.

Sul closing lei è ottimista?

Sì, naturalmente stiamo a vedere cosa accade, ma non penso che qualcuno voglia buttare via 200 milioni di euro“.

Si ringrazia Tiziano Crudeli per la cortese disponibilità.

ultimo aggiornamento: 15-02-2017

X