Ryanair può reintrodurre il sovrapprezzo sui bagagli a mano. Il TAR del Lazio ha accettato il ricorso della compagnia irlandese.

ROMA – La prima battaglia è stata vinta da Ryanair. Il TAR del Lazio ha accolto il reclamo da parte della compagnia irlandese dopo che l’Antitrust aveva vietato il sovrapprezzo sul bagaglio a mano. Ma ora i giudici hanno rimesso in discussione la questione con l’udienza fissata per il 27 febbraio 2019 ma fino a quella data è stata sospesa la decisione da parte dell’Autorità Garante.

La decisione è stata comunicata dal Codacons in una una nota. L’associazione ha anche comunicato l’intenzione di fare ricorso al Consiglio di Stato per cercare di annullare la decisione del TAR almeno fino al processo.

fonte foto https://twitter.com/Adnkronos

Ryainair, il TAR smentisce l’Antitrust: il sovrapprezzo è legale

Nella decisione del TAR – riportata da Il Messaggero – si legge come “al sommario esame proprio della presente fase, si palesano dei profili rilevanti, da approfondire comunque nella più appropriata sede di merito, in ordine all’effettiva conformazione del provvedimento impugnato con il ricorso introduttivo“.

Dura la reazione da parte del Codacons che ha parlato di una “provvedimento che rappresenta una sconfitta per tutti i cittadini. Noi confidiamo nell’esito positivo dell’istruttoria aperta dall’Antitrust e valutiamo il ricorso al Consiglio di Stato contro l’ordinanza dei giudici amministrativi“.

Sulla stessa linea anche Altroconsumo: “La pratica del sovrapprezzo per i bagagli a mano introdotta da Ryanair è fumosa. Non fa capire al consumatore il reale costo del biglietto“.

La battaglia legale è appena cominciata. Il primo round è stato vinto dalla compagnia irlandese ma le associazioni in difesa del consumatore non demordono e preparano i ricorsi.

fonte foto copertina https://twitter.com/GoBusGalway


Ue, bocciata la manovra italiana. Salvini: aspetto la lettera di Babbo Natale

Accordo Facebook-Agenzia delle Entrate, Zuckenberg pagherà 100 milioni di euro