Esonero Montella? Decide… lo spogliatoio!

Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli riflettono sul futuro di Vincenzo Montella: la dirigenza rossonera è alla ricerca dei motivi reali del calo di rendimento della squadra.

chiudi

Caricamento Player...

Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, dietro l’indecisione della dirigenza rossonera sul destino di Vincenzo Montella ci sarebbe l’intenzione di capire se il rendimento della squadra sia dovuto a problemi tecnici, al desiderio dello spogliatoio di cambiare rotta per eventuali attriti con il tecnico rossonero oppure, come ripetuto più volte dall’Aeroplanino, semplicemente un discorso temporaneo legato al periodo e all’umore di una squadra ormai da tempo bersagliata dalle critiche dei media.

Risposte dalla gara con il Sassuolo

Nella gara contro il Sassuolo il Milan dovrà dare delle risposte e portare a casa i tre punti necessari a smuovere la classifica. Non rappresenterebbero di certo una svolta ma quantomeno permetterebbero alla squadra di preparare con maggior serenità i prossimi impegni. Dopo la sosta per le nazionali i rossoneri dovranno affrontare il Napoli al San Paolo, uno di quegli scontri diretti che ad oggi la squadra di Vincenzo Montella ha sempre perso.

Vittoria o saluti

La vittoria contro i nero-verdi, protagonisti di un inizio di stagione al di sotto delle aspettative proprio come il Milan, sembra ad oggi la conditio sine qua non per proseguire la stagione con Vincenzo Montella. Secondo quanto riportato dalla stampa nostrana, la dirigenza rossonera avrebbe già messo in preallarme Gennaro Gattuso, anche se la sospensione del campionato permetterebbe a Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli di non procedere con un esonero-lampo e vagliare con attenzione i nomi dei candidati a disposizione.