Esonero Montella? Vincere con il Sassuolo non è più necessario

Vincenzo Montella (quasi) sicuro del posto anche in caso di sconfitta con il Sassuolo: allenatore condannato solo in due casi…

chiudi

Caricamento Player...

Secondo quanto raccolto in questi giorni, l’impressione è che i Milan possa decidere di andare avanti con Vincenzo Monella anche in caso di sconfitta contro il Sassuolo. Alla dirigenza rossonera potrebbe bastare l’atteggiamento positivo e propositivo della squadra per confermare il tecnico al suo posto in panchina. La decisione sembra non incontrare il favore del pubblico, stanco dei troppi passi falsi del Diavolo in quella che doveva (o dovrebbe) essere la stagione della rinascita.

Milan-Juventus biglietti Paolo Scaroni
Casa Milan

Avanti a oltranza con Vincenzo Montella… o quasi

Alla luce dei profili al momento disponibili per sostituire Vincenzo Montella, la dirigenza rossonera è convinta che l’Aeroplanino sia il male minore in ogni caso. I vari Sousa Mazzarri, con il primo ormai a un passo dalla Cina, non hanno mai convinto appieno Marco Fassone Massimiliano Mirabelli, consapevoli del fatto che affidare la panchina a Gennaro Gattuso, unico vero candidato al momento salvo colpi di scena, sarebbe un salto nel vuoto troppo pericoloso che rischierebbe di compromettere definitivamente la stagione.

Esonero in due casi

L’impressione è che l’esonero di Vincenzo Montella possa avvenire in soli due casi. Il primo, il Milan deve perdere in malo modo contro il Sassuolo, rendendosi protagonista di una prestazione gravemente insufficiente sul piano dell’atteggiamento e del gioco. Insomma, dovesse giocare come ha fatto nel primo tempo contro l’AEK e perdere l’esonero del tecnico sarebbe di fatto inevitabile. Il secondo scenario, meno probabile, è dato dall’esonero di Antonio Conte dal Chelsea e la disponibilità dell’ex ct di tornare subito in panchina per una nuova sfida.